Stefanel, sottoscritto contratto di garanzia per aumento capitale

5 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Stefanel informa in una nota che in data 4 luglio 2010 si è perfezionato il contratto di garanzia tra la Società stessa e i Garanti Banca IMI, Banca Popolare di Verona – San Geminiano e San Prospero, MPS Capital Services e UniCredit Bank A.G. (Succursale di Milano). I Garanti si sono impegnati, disgiuntamente tra loro e senza vincolo di solidarietà, a sottoscrivere o a far sottoscrivere, al prezzo di offerta, le azioni corrispondenti ai diritti di opzione eventualmente non esercitati all’esito dell’offerta in borsa, al netto delle azioni oggetto degli impegni di sottoscrizione assunti dagli azionisti Giuseppe Stefanel e Bestinver Gestion SGIIC SA. Il Contratto di Garanzia prevede le usuali clausole che danno facoltà ai Garanti di revocare l’impegno di garanzia ovvero di far cessare l’efficacia dello stesso al ricorrere, inter alia, di eventi che possano pregiudicare il buon esito dell’operazione o sconsigliarne l’avvio, l’esecuzione o la prosecuzione (quali, a titolo meramente esemplificativo, il ricorrere di un c.d. “material adverse change” o di una “force majeure”), ovvero nel caso in cui si verifichi la risoluzione, l’invalidità o l’inefficacia dell’accordo di ristrutturazione o vi sia l’inadempimento (in tutto o in parte) degli impegni di sottoscrizione assunti dagli azionisti Giuseppe Stefanel e Bestinver Gestion SGIIC SA. Contestualmente al perfezionamento del contratto di garanzia, l’azionista Giuseppe Stefanel ha assunto nei confronti dei Garanti un impegno di lock-up sino allo scadere del centottantesimo giorno di calendario dall’ultimo giorno del periodo di offerta in borsa.