Stagione trimestrali societarie al via: cosa aspettarsi

9 Aprile 2018, di Livia Liberatore

Gli analisti alzano le stime per i guadagni trimestrali delle società, grazie al passaggio alla fine del quarto trimestre delle riduzioni delle imposte sulle società decise dal presidente Usa Donald Trump, che ha tagliato l’aliquota al 21% dal 35%. Secondo Factset, la stima del bottom-up EPS del primo trimestre è aumentata del 5,4%, a 36,24 da 34,37 dollari. Su base annua, le aspettative per i profitti nel primo trimestre sono aumentate da una stima del 12,2% di crescita dal 1 gennaio al 18,4% attuale, con un incremento del 6,2%, perché gli analisti hanno preso in considerazione la nuova legge fiscale.

Il primo trimestre del 2018 ha segnato il maggiore aumento della stima di EPS bottom-up nel corso del trimestre da quando FactSet ha iniziato a tracciare il valore nel secondo trimestre 2002. Il precedente record per il più grande aumento nella stima EPS bottom-up era del 4,8%, segnato nel secondo trimestre del 2004.

In particolare, per l’S&P 500 si prevede un aumento del 18,4% nel trimestre secondo le stime di consenso complete del passaggio dei tagli fiscali del presidente Donald Trump. Si tratterebbe del più grande aumento di profitto dal primo trimestre del 2011.

Ma c’è chi avverte: anche le più piccole delusioni potrebbero aggravare ulteriormente il fragile mercato. Nel mese appena passato gli investitori hanno contato sui profitti delle imprese mentre il mercato ha subito drammatiche oscillazioni nelle ultime settimane a causa delle preoccupazioni su una guerra commerciale con la Cina e delle norme più severe per le società tecnologiche d’avanguardia.