Sondaggio: c’e’ una possibilita’ su due che la Bce stampi moneta

18 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Per scongiurare un ulteriore peggioramento della crisi del debito sovrano europeo e per scrollarsi di dosso le pressioni sempre piu’ insistenti di analisti e mercati, la Bce potrebbe finalmente decidersi a stampare nuovo denaro e adottare dunque misure di allentamento monetario straordinario che caratterizzano gia’ da tempo le pratiche di politica monetaria della Federal Reserve.

Secondo il 50% circa dei bond strategist di Europa e Stati Uniti interpellati da Reuters nell’ultima settimana, la Bce sara’ costretta a condurre pratiche di quantitative easing, che prevedono l’acquisto di titoli di stato del debito sovrano.

Si tratterebbe di una rottura controversa e netta rispetto alle politiche attuali, che prevedono prelievi di liquidita’ dal sistema in operazioni separate nell’ambito del piano “Securities Markets Programme”.

Una gran parte di quelli che hanno previsto l’inizio del QE in salsa europea, cosi’ come fatto non solo dalla Fed, ma anche dalla Banca d’Inghilterra, e’ convinto che succedera’ entro marzo 2012.