Snam RG: piano 2010-2013, investimenti per 6,4 miliardi

11 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nel Piano Strategico di Snam Rete Gas per il periodo 2010-2013, sono previsti investimenti di 6,4 miliardi di euro, di cui 1,4 miliardi nel 2010, è finalizzato a sviluppare il sistema di infrastrutture gas in Italia e a sostenere e incrementare le opportunità di crescita della società nel medio e lungo termine. Snam Rete Gas si pone l’obiettivo strategico di incrementare la sicurezza e la flessibilità del sistema oltrechè di soddisfare le esigenze legate allo sviluppo della domanda gas nel medio e lungo termine. Inoltre viene confermato il fattivo impegno alla creazione di un hub del gas per il sud Europa anche attraverso iniziative, oggi allo studio, finalizzate al transito di gas destinato all’estero. Con la realizzazione del piano quadriennale di investimenti, il valore della “Regulated Asset Base” (RAB) consolidata di Snam Rete Gas è previsto in crescita di circa il 4,5% medio annuo sino al 2013, assumendo un’inflazione annua del 2% ed in continuità dei principi regolatori. Snam Rete Gas, si legge nella nota, conferma il proseguimento del programma di integrazione con Stogit e Italgas che si prevede consentirà di ottenere risparmi di costo di circa 40 milioni di euro nel 2010, che raggiungeranno 80 milioni di euro l’anno nel 2012 (calcolati, in termini reali, sulla base dei costi fissi controllabili del 2008) a parità di perimetro di business. All’interno di tale programma, nel 2009 la Società ha già conseguito una riduzione di 27 milioni di euro, in termini reali, dei costi fissi controllabili. Grazie all’implementazione di selezionati progetti già individuati ed oggi allo studio si stima che negli anni successivi al 2012 potranno essere raggiunte ulteriori efficienze. La struttura del capitale rimane solida ed efficiente nel medio lungo termine: Snam Rete Gas, durante il periodo di Piano, si impegna a mantenere l’obiettivo di un leverage medio al livello di circa il 50% in termini di Debito/RAB. I flussi di cassa che si prevede vengano generati dalla gestione operativa nel periodo di Piano consentiranno il pagamento dei dividendi e la copertura di oltre il 50% dei fabbisogni legati al significativo piano di investimenti. Per l’esercizio 2009, il Consiglio di Amministrazione ha proposto all’Assemblea degli Azionisti, che sarà convocata il 27 e il 28 aprile 2010, rispettivamente in prima e seconda convocazione, la distribuzione di un dividendo di 0,20 euro per azione, di cui 0,06 euro distribuiti nell’ottobre 2009 a titolo di acconto. Il dividendo a saldo di 0,14 euro per azione sarà messo in pagamento a partire dal 27 maggio 2010 con stacco cedola il 24 maggio 2010. Sulla base delle prospettive economico-finanziarie della Società e della visibilità del quadro regolatorio per i prossimi anni, Snam Rete Gas intende perseguire una politica dei dividendi che per il triennio 2010-2012 prevede una crescita del dividendo per azione stimata pari al 4% annuo rispetto al livello del 2009. “In un contesto regolatorio chiaro e stabile per i prossimi anni, Snam Rete Gas conferma la propria strategia incentrata sugli investimenti e sul perseguimento dell’efficienza come leve di creazione di valore e di crescita della Società nel medio e lungo periodo. Tale strategia si sostanzia nella realizzazione di un piano di investimenti consolidato di 6,4 miliardi di euro per il periodo 2010-2013 e in un programma di efficienze che stimiamo raggiungere 80 milioni di euro l’anno nel 2012 in termini reali rispetto alla base costi del 2008”, ha dichiarato l’Amministratore Delegato Carlo Malacarne. “La nostra capacità di creare valore, unitamente alla stabilità del nostro modello di business, si traduce in una politica dei dividendi che prevede l’impegno per un’attrattiva e sostenibile remunerazione dei nostri azionisti nel prossimo triennio”, ha concluso Carlo Malacarne.