Smartphone: produttore Blackberry nel mirino di Microsoft e Nokia

21 Dicembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Research In Motion (Rim) finisce nel mirino di Microsoft e Nokia, che negli ultimi mesi stanno discutendo seriamente la possibilità di lanciare un’offerta congiunta per acquistare il produttore canadese del BlackBerry. E’ quanto emerge da alcune indiscrezioni pubblicate dal quotidiano finanziario Wall Street Journal, secondo cui “lo stato delle negoziazioni con i due colossi hi-tech non è chiaro, ma il fatto che ci siano state evidenzia che Rim si trovi in difficoltà”.

La notizia, non confermata, ha rimesso in moto il titolo, che fino a ieri viaggiava intorno ai minimi degli ultimi otto anni. Il titolo balza più dell’8% sulla scia dei rumor. “A questi prezzi, Rim è diventato un obiettivo particolarmente attraente ” fa notare Sameet Kanade, analista di Northern Securities, che sulle azioni conferma il rating “buy” (comprare).

Microsoft e Nokia non sono tuttavia le uniche a guardare con interesse alla società canadese. In lizza per un possibile takeover c’è anche Amazon che, secondo voci in circolazione in questi giorni, avrebbe messo al lavoro una banca di investimenti con l’obiettivo di formulare una proposta formale.

Che lo stato di salute in cui versa Rim non sia delle migliori non è una novità. E’ da tempo che il gruppo non riesce a tener testa alla concorrenza sempre più agguerrita. L’ultimo colpo è arrivato la scorsa settimana, quando la società ha annunciato un ritardo nel lancio della nuova generazione di BlackBerry 10. L’ennesima delusione che alimenta l’ipotesi secondo cui solo attraverso un’acquisizione la società riuscirà ad uscire dal tunnel in cui è finita.