Shimadzu Corporation lancia il sistema di rivestimento antiriflesso MCXS e due sistemi d’ispezi

22 Marzo 2013, di Redazione Wall Street Italia

Shimadzu Corporation (TOKYO:7701) ha lanciato quest’oggi il sistema di rivestimento antiriflesso MCXS e due modelli di sistemi di ispezione delle celle serie SCI per il processo di produzione di celle solari in silicio cristallino. Plasma CVD system for the deposition of anti-reflective coating on crystalline silicon solar cells: Shimadzu’s MCXS is capable of forming anti-reflective coating that are highly resistant to PID at high throughput and low running costs. (Photo: Business Wire) [Processo di nascita del prodotto] Il mercato delle celle solari sta registrando una domanda crescente in Cina, che ha emanato delle politiche preferenziali a sostegno delle aree con una domanda elevata e delle aziende locali, negli Stati Uniti e in India, ove sussistono condizioni favorevoli per impianti ad energia solare, e in Giappone, che ha cominciato ad implementare delle tariffe di riacquisto per l’energia rinnovabile. Si prevede che nel lungo termine il marcato aumento della domanda energetica attribuibile alla crescita economica e al miglioramento degli standard di vita nei Paesi in via di sviluppo determinerà un aumento della domanda di energia solare nelle regioni con buone condizioni d’insolazione, compresi l’Africa, il Medio Oriente, il Sud America e il Sud Est asiatico. Si stima che, entro il 2030, la capacità complessiva salirà a 128.600 MW, il che corrisponde a un incremento di 3,2 volte rispetto al livello registrato nel 2012.*1 Tale situazione rende necessarie una riduzione dei costi di produzione ed un’elevata resistenza al degrado del potenziale indotto (Potential Induced Degradation, PID) che può causare problemi in termini di capacità ridotta delle mega centrali solari e altri impianti ad energia solare.Tali questioni devono essere risolte anche per quanto concerne i sistemi di rivestimento antiriflesso e i relativi sistemi deposizione che eliminano i riflessi delle luce del sole e accrescono l’assorbimento di energia per accrescere l’efficienza della generazione di energia elettrica, e che devono esibire un livello elevato di produttività e performance.Shimadzu ha adottato una nuova sorgente a plasma a catodo cavo e il metodo a plasma diretto per creare il sistema di deposizione chimica in fase di vapore assistita dal plasma MCXS che è in grado di generare un rivestimento antiriflesso altamente resistente al degrado del potenziale indotto (PID) con un rendimento elevato e costi operativi ridotti. Rivestendo i difetti dei cristalli sulla superficie e all’interno del substrato con un plasma ad alta densità e accrescendo le prestazioni delle celle solari, questo sistema contribuisce all’innalzamento dell’efficienza di conversione.Grazie alla deposizione ad alta velocità conseguita per mezzo del plasma a bassa frequenza e ad alta densità, i moduli di celle solari in silicio cristallino prodotti dal sistema MCXS esibiscono un’elevata resistenza al degrado del potenziale indotto (PID). Ciò è dimostrato dai risultati accertati emersi dallo studio di Fase II denominato Studio di consorzio sulla fabbricazione e caratterizzazione di moduli di celle solari di lunga durata e ad alta affidabilità (Consortium Study on Fabrication and Characterization of Solar Cell Modules with Long Life and High Reliability), condotto dal National Institute of Advanced Industrial Science and Technology (AIST). D’altro canto, la concorrenza in termini di qualità delle celle solari si sta facendo sempre più serrata. Onde conseguire un controllo della qualità più rigoroso aumentando al tempo stesso la produttività, vi è una domanda sostenuta per l’automatizzazione dei processi di ispezione che al momento vengono eseguiti manualmente durante la fase di produzione delle celle solari.Onde far fronte a tale domanda, Shimadzu ha sviluppato il nuovo sistema di ispezione composto SCI-8SM che esegue ispezioni simultanee delle microcricche e dell’aspetto dei wafer per mezzo di un singolo sistema, e il sistema di ispezione esterno SCI-8S, lo strumento più compatto disponibile nel settore*2.I suddetti sistemi di ispezione contribuiscono ad ovviare a lunghe interruzioni della produzione dovute agli arresti macchina e ad accrescere la resa. Tramite il lancio di questi tre sistemi nel mercato delle celle solari in continua espansione, Shimadzu sta contribuendo alla diffusione dell’adozione di energia rinnovabile rispettosa dell’ambiente. *1: Ricerca a cura di Fuji-Keizai; *2: Ricerca a cura di Shimadzu [Caratteristiche di MCXS] 1. Prova di alta resistenza al degrado del potenziale indotto (PID)Questi test condotti dall’AIST sono stati eseguiti per 168 ore a 25 °C, con il vetro coprente il modulo immerso in acqua, e a 1.000 V. I risultati indicano l’assenza di un calo di energia dai moduli di celle solari prodotti usando la deposizione tramite il sistema di Shimadzu.Questo prodotto contribuisce alla fornitura di celle solari altamente affidabili. 2. Miglioramento della capacità produttiva di celle solariLa nuova sorgente a plasma a catodo cavo genera plasma ad alta densità che determina un miglioramento dell’efficienza di decomposizione del gas sorgente e consente di ottenere la massima velocità di deposizione in assoluto (almeno 100 nm/minuto) tramite il metodo a plasma diretto. Inoltre, il meccanismo di trasporto di linea ad alta velocità permette una resa di oltre 1.700 wafer all’ora, una resa più elevata di quella conseguibile per mezzo di qualsiasi altro sistema tradizionale, per accrescere la capacità produttiva della linea di produzione nel suo complesso. 3. Riduzione dei costiOltre alla deposizione ad alta velocità e al design compatto degli impianti conseguito per mezzo del caricamento verticale del substrato, il sistema permette anche di ridurre le spese di manutenzione e mantenimento grazie gli intervalli di manutenzione estesi, un consumo energetico ridotto pari a un terzo di quello dei sistemi precedenti e costi operativi dimezzati. Si tratta quindi di un sistema di produzione a basso consumo energetico che riduce i costi energetici associati alla produzione di celle solari e migliora l’efficienza d’uso del gas sorgente. [Caratteristiche di SCI-8SM] 1. Ispezioni simultanee rapide delle microcricche e dell’aspetto dei waferIl sistema di ispezione SCI-8SM consiste in un singolo sistema in grado di eseguire varie ispezioni e misurazioni precedentemente eseguite per mezzo di una serie di singoli strumenti di ispezione, comprese ispezioni per il rilevamento di microcricche (cricche sottili nel wafer che intaccano l’efficienza di conversione e determinano un aumento del tasso di crescita della cricca durante la produzione), ispezioni esterne dei wafer per il rilevamento di cricche o protuberanze, ispezioni per il rilevamento di particelle sul rivestimento antiriflesso e misurazioni della distribuzione e dello spessore della pellicola. Offre tempi di misurazione rapidi pari a meno di un secondo per wafer. 2. Accelerazione delle misurazioni dello spessore della pellicolaGli strumenti tradizionali impiegavano campioni standard multipli per misurare lo spessore della pellicola. Ciò richiedeva più di cinque ore di preparazione prima che si potessero effettuare le misurazioni, compresa la creazione della curva di taratura. Il sistema SCI-8SM impiega delle tecniche di calcolo sviluppate in base ad un principio di misurazione unico basato sulla teoria ottica e permette di calcolare rapidamente lo spessore della pellicola in base all’intensità del riflesso della luce visibile. Tale caratteristica permette misurazioni immediate senza alcun tempo di preparazione. [Caratteristiche di SCI-8S] Lo strumento più compatto disponibile nel settoreUn sistema ottico unico appositamente sviluppato che minimizza l’aberrazione, offre la stessa funzionalità elevata del SCI-8SM ma è del 15 % più compatto (volume) rispetto agli strumenti tradizionali paragonabili. Si tratta del sistema di ispezione esterno più compatto disponibile nel settore.Può essere installato in una nuova linea di produzione o in uno spazio ristretto in una linea di produzione preesistente per migliorare la qualità dei wafer.   Nomi: Sistema di deposizione chimica in fase di vapore assistita dal plasma MCXS per la deposizione del rivestimento antiriflesso su celle solari in silicio cristallino SCI-8SM Sistema d’ispezione interconnesso per celle solari in silicio cristallino SCI-8S Sistema d’ispezione esterno per celle solari in silicio cristallino   Prezzi: MCXS 170 milioni di yen (meccanismo di trasporto incluso automatico, imposta non inclusa) SCI-8SM 10 milioni di yen (alimentatore incluso, imposta non inclusa) SCI-8S 5 milioni di yen (alimentatore incluso, imposta non inclusa)   Dimensioni : MCXS L 4.000 x S 7.500 x A 2.500 mm (unità principale, meccanismo di trasporto automatico incluso) SCI-8SM L 306 x S 310 x A 951 mm (unità principale, alimentatore incluso) SCI-8S L 193 x S 193 x A 315 mm (unità principale, alimentatore non incluso)   Per ulteriori informazioni pregasi visitare questa pagina: MCXS, serie SCI Informazioni su Shimadzu Corporation Fondata nel 1875, Shimadzu Corporation, azienda leader nello sviluppo di tecnologie avanzate, vanta trascorsi di tutto rispetto che hanno visto la continua proliferazione di innovazioni finalizzate a contribuire al miglioramento della società attraverso la scienza e la tecnologia. Shimadzu conta attualmente una rete globale di vendita, assistenza, supporto tecnico e impianti di produzione in sei continenti e ha stabilito relazioni a lungo termine con numerosi distributori, adeguatamente formati ed istruiti, in oltre 100 paesi. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido. Galleria Fotografica/Multimediale Disponibile: http://www.businesswire.com/multimedia/home/20130322005008/it/

Shimadzu CorporationTetsuya Tanigaki, +81-75-823-1110Reparto Relazioni pubblichepr@group.shimadzu.co.jp