Servizi Italia, vince due nuove gare in Veneto per 6,3 milioni euro

19 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Servizi Italia S.p.A. si è aggiudicata due nuove gare in Veneto per la gestione dei servizi di lavanolo e forniture in genere per un importo complessivo, per tutta la durata dei contratti pari a circa 6,3 milioni di Euro con la revisione dei prezzi secondo l’indice ISTAT. Le gare, spiega una nota, che Servizi Italia si è aggiudicata in Associazione Temporanea di impresa in qualità di capogruppo mandataria, riguardano in particolare l’ULSS 1 di Belluno, nuovo cliente e l’I.R.E. di Venezia, cliente già in portafoglio. Più nello specifico, nel caso della gara indetta dal nuovo cliente ULSS 1 di Belluno l’importo complessivo della commessa, per Servizi Italia è pari a circa 4,7 milioni di euro per l’intero periodo contrattuale che prevede una durata di 6 anni. Nel dettaglio, Servizi Italia curerà per l’Ente l’erogazione dei servizi di lavanolo e gestione guardaroba della biancheria lettereccia e delle divise del personale sanitario delle sedi ospedaliere ed extra ospedaliere. Per quanto riguarda l’I.R.E. di Venezia, invece, Servizi Italia curerà per l’Ente i servizi di lavanolo e la fornitura di prodotti monouso per un importo complessivo della commessa pari a circa 1,6 milioni di euro per l’intero periodo contrattuale che prevede una durata di 5 anni. “Queste aggiudicazioni, che si aggiungono alle altre importantissime avvenute nel corso del semestre, a condizioni migliorative e con un ampliamento di servizi forniti, contribuiscono alla crescita del fatturato – ha commentato Luciano Facchini, Amministratore Delegato di Servizi Italia – consolidano il portafoglio di clienti serviti, rafforzano la nostra posizione nel Nord Italia, confermando la nostra vocazione a fidelizzare i clienti e ad attrarne nuovi. L’ampia visibilità dei ricavi futuri dovuta alla durata pluriennale dei contratti conclusi, inoltre, ci permette di ottimizzare la gestione produttiva e di migliorare conseguentemente la redditività. Siamo in attesa di ulteriori importanti risultati definitivi riguardanti altre aree commerciali del Paese in cui operiamo, per smarcare così tutti gli obiettivi commerciali prefissati”.