“Senza focus sull’economia reale, banche inutili”

8 Agosto 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Se le banche non focalizzano l’attenzione sull’economia reale, sostenendo la creazione di posti di lavoro rischiano di diventare socialmente inutili. E’ quanto ha affermato Mark Carney, governatore della Bank of England, rivolgendosi agli istituti di credito inglesi. Per l’ex banchiere di Goldman Sachs, il settore bancario deve essere allineato con la comunità imprenditoriale e, dunque, non “scollegato dalla società”.

Dopo aver annunciato ieri l’intenzione di mantenere i tassi di interesse al 0,5% per i prossimi tre anni, Carney ha sottolineato l’urgenza di “un cambiamento nella cultura delle istituzioni finanziarie”. “Penso che finanza possa giocare un ruolo socialmente utile, ma affinché questa trasformazione abbia atto, l’attenzione degli operatori del settore deve essere l’economia reale, quindi il sostegno agli investimenti e, in definitiva, creazione di posti di lavoro“.

Carney si è detto inoltre pronto a promuovere la presenza delle donne in posizioni di rilievo presso la Banca centrale inglese dopo essere stato colpito dalla loro assenza. “E “una situazione incredibile” ha concluso.

Quarantasette anni, passaporto canadese, Carney, è il primo straniero a guidare l’Istituto Centrale inglese nei suoi 318 anni. Insediatosi lo scorso primo luglio, prima di assumere la carica di numero uno della Boe, è stato presidente dalla Banca centrale canadese.