Secondo i risultati di un’analisi comparativa il REVLIMID® dimostra una riduzione statisticamen

12 Dicembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Secondo i risultati di un’analisi comparativa il REVLIMID® dimostra una riduzione statisticamente rilevante nel rischio di morte e non presenta alcuna prova di un maggiore rischio di progressione verso la leucemia acuta mielogena (AML) nei pazienti affetti da sindrome mielodisplastica (MDS) con delezione 5q rispetto alla best supportive care Celgene International Sàrl, una società affiliata a Celgene Corporation (NASDAQ: CELG), ha annunciato i risultati di un’analisi retrospettiva per la valutazione del rischio di progressione e di morte nella leucemia acuta mielogena (AML) in pazienti sottoposti a trattamento con il REVLIMID (lenalidomide) rispetto a pazienti non sottoposti a trattamento; i pazienti analizzati necessitano di trasfusioni d globuli rossi e sono affetti da sindromi mielodisplastiche (MDS) a rischio basso (IPSS low o Int-1) con delezione del cromosoma 5q (con o senza ulteriori anormalità citogenetiche). Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Celgene International SàrlInvestitori:+41 32 729 8303ir@celgene.comoppureMedia:+41 32 729 8304media@celgene.com