“Scandaloso che banche si tengano i soldi”

9 Dicembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – E’ “scandaloso che le banche si tengano i soldi invece di fare il loro mestiere di rimetterli in circolo ed è ancora più vergognoso che, quelle rare volte che li prestano, lo facciano a caro prezzo, con spread assurdi ed ingiustificati, a fronte di un costo del denaro ai minimi storici”. E’ quanto afferma il Codacons, nel commentare il dato relativo al crollo dei prestiti riportato da Bankitalia.

“Alcune banche hanno concesso finanziamenti applicando addirittura tassi usurari. La recente sentenza della Corte di Cassazione n. 305/2013, secondo la quale, nel calcolo ai fini della legge anti-usura n.108/1996, devono essere presi in considerazione tutte le spese e le voci di costo relative all’erogazione di una somma di denaro in prestito, compresi gli interessi di mora, ha aperto la possibilità per migliaia di cittadini di ottenere la restituzione degli interessi non dovuti già versati e corrispondere per il futuro la sola quota capitale”.

Di conseguenza il Codacons invita “chi è strozzato dalle rate del mutuo o di un prestito a partecipare all’azione legale del Codacons, verificando se ha superato i tassi soglia previsti dalla legge”.