Scandalo Fifa: Blatter se ne va, è indagato

3 Giugno 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Dopo 17 anni al potere, coinvolto anche lui in uno scandalo senza precedenti, lascia il presidente della Fifa, Sepp Blatter.

Ieri è emerso che un suo aiutante stretto, il segretario generale Jerome Valcke, ha fatto un bonifico da $10 milioni a un funzionario corrotto.

Blatter, 79 anni, che era stato rieletto per la quinta volta tra le polemiche la scorsa settimana, non poteva più continuare. Abbandonerà l’incarico a fine anno. Inizialmente si era difeso dalle accuse scaricando la colpa sulle ‘piccole mani’ dell’organizzazione.

Ma lo scandalo che ha travolto la Fifa, la quale non ha mai pagato tasse sfruttando lo statuto di ente no-profit, ha poi assunto proporzioni inaudite, coinvolgendo la testa del serpente.

Stando al resecondo dei media americani l’Fbi e le autorità stanno indagando anche sul dirigente svizzero nell’ambito dello scandalo delle tangenti. Le indiscrezioni sono giunte dopo che il presidente ha rassegnato le dimissioni.

“Resterò operativo fino al nuovo voto, vado via perché a quanto pare non tutti appoggiavano il mio mandato”. Tra dicembre e marzo il consiglio elettivo straordinario. Le elezioni per la presidenza dell’istituzione mondiale si terranno a “entro marzo 2016”.

La notizia ha spinto il comico John Oliver, uno dei massimi critici della gestione corrotta della Fifa, a brindare con un secchiello pieno di birre Budweiser, usate al posto dello champagne, perchè tra gli sponsor dell’organizzazione no profit del calcio mondiale.