Sarkozy, Merkel, Draghi, Lagarde: emergenza per salvare l’euro

2 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Nel tentativo di mantenere in piedi le soluzioni proposte appena una settimana fa per contrastare la crisi del debito nella regione, i leader europei incontreranno in serata il premier greco, George Papandreou, per ricordargli che accettare i tagli in bilancio e il nuovo piano di aiuti, rappresenta al momento l’unica alternativa per evitare il default.

Secondo quanto annunciato dall’ufficio di Sarkozy, oltre al Presidente della Francia, Papandreou incontrerà alle 20:30 anche il Cancelliere tedesco Angela Merkel, il Presidente della Banca centrale europea Mario Draghi, il direttore del Fondo Monetario Internazionale Christine Lagarde e altre autorità europee, autorità che si incontreranno alle 17:30 senza il Primo ministro greco.

L’annuncio di Papandreou di richiedere il voto di fiducia e di indire un referendum sul nuovo piano di aiuti concordato con la comunità internazionale ha scatenato forti sell nei mercati nella giornata di ieri, sell che in mattinata continuano ad estendersi nell’azionario asiatico.

Praticamente cancellati dunque gli effetti positivi derivanti dall’annuncio di un piano anti-crisi la scorsa settimana. L’incontro in giornata ha l’intento di ripristinare la fiducia.