Sarà Grexit? Da Germania: Tsipras licenzi Varoufakis

17 Febbraio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Nulla di fatto all’ennesima riunione dell’Eurogruppo sul caso Grecia. Di nuovo le controparti (tutti i ministri dell’Eurozona da un lato, Yanis Varoufakis dall’altro), non hanno raggiunto alcun accordo. La frustrazione della Germania deve essere arrivata a un punto tale che Joachin PoB, membro del board esecutivo del partito socialdemocratico – partito con cui la cancelliera Angela Merkel ha formato la coalizione di governo – suggerisce al premier greco Alexis Tsipras di sostituire il ministro delle Finanze Yanis Varoufakis, che sta creando molta confusione, e che i politici tedeschi non riescono a comprendere.

“Il ministro delle Finanze greco Varoufakis ha dimostrato la sua migliore performance fino a questo momento, ovvero che non soddisfa le richieste di un tale ministero – ha scritto il politico tedesco – Nell’interesse del popolo greco e alla luce di questa situazione difficile, il primo ministro Tsipras dovrebbre considerare di sostituirlo con una persona che abbia esperienza politica, che sia realistica ed efficiente”, scrive PoB, in un’email ai colleghi di partito, stando a quanto riporta Handelsblatt.

Intanto, ad Atene, un funzionario governativo ha spiegato il mancato accordo affermando che le proposte dell’Unione europea sono “assurde”, “inaccettabili” e che “in queste circostanze, non può essere raggiunta un’intesa”.

Il presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem si è così espresso: “I ministri sono delusi dalle trattative del fine settimana; la migliore soluzione sarebbe un’estensione del programma (di bailout) per la Grecia; l’estensione garantirebbe alla Grecia maggiore flessibilità”. Ancora: “Noi siamo pronti a continuare le negoziazioni”, ma “spetta alla Grecia decidere sull’estensione”. E ancora: “ci potrebbe essere un Eurogruppo straordinario venerdì”.

VIDEO: PARLA IL PRESIDENTE DELL’EUROGRUPPO DIJSSELBLOEM

LEGGI ANCHE

Grexit: bookmakers la danno quasi per certa

Grecia: è partita la corsa all’oro. A salvarla potrebbe essere la Fed

Germania a Tsipras: “probabilità zero” di risarcire danni Seconda Guerra Mondiale