Salvataggio Carige, BlackRock ci ripensa e fa un passo indietro

9 Maggio 2019, di Mariangela Tessa

Colpo di scena nel caso Carige. Secondo quanto riporta la Repubblica, il fondo BlackRock si sarebbe ritirato dalla partita per il salvataggio della Banca Carige, mettendo così in forte in difficoltà l’istituto ligure. L’indiscrezione è stata confermata in mattinata da una comunicazione dei commissari della banca, che specificano che il fondo “ha ritenuto di non dare ulteriore corso alla sua iniziale manifestazione di interesse”.

“I commissari di Carige comunicano che, al termine di un articolata fase preparatoria nell’ambito della quale si inquadra la delibera del Consiglio di Gestione dello Schema Volontario di lunedì 6 maggio, il fondo Blackrock ha ritenuto di non dare ulteriore corso alla sua iniziale manifestazione di interesse”, afferma nello specifico la nota diffusa dalla banca ligure. “Proseguono le valutazioni riguardanti ulteriori soluzioni di mercato finalizzate ad assicurare stabilità e rilancio di Banca Carige – si aggiunge – Restano, in ogni caso, ferme le previsioni del titolo II del DL 8 gennaio 2019 che consentono l’eventuale avvio dell’iter per la richiesta di ricapitalizzazione precauzionale al Ministero dell’Economia”.

Come spiega il quotidiano romano,

“L’interpretazione più probabile della decisione del colosso dei fondi Usa è che quei 400 milioni in azioni Carige, in aggiunta alla garanzia sulla parte inoptata del previsto l’aumento di capitale da 720 milioni, sono stati ritenuti un “cip” eccessivamente rischioso per i parametri di BlackRock; anche se in capo a un singolo fondo dedicato alle “situazioni speciali”, e in grado di intestarsi rischi maggiori”.

La bocciatura, che sarebbe arrivata nella serata di ieri, secondo La Repubblica avrebbe “gettato nello sconforto i commissari dell’istituto genovese”.