Saldi pronti al via, si parte il 4 gennaio. Il calendario per regione

27 Dicembre 2019, di Mariangela Tessa

Dopo l’abbuffata dello shopping natalizio, ormai pochi giorni ci separano dal via ai saldi invernali. Che scatteranno in tutta Italia a partire dal 4 gennaio con Valle d’Aosta e Basilicata che li anticipano al 2 gennaio, e durata diversa a seconda delle zone.

Regione per regione, è già stato stabilito il calendario delle vendite scontate che, nella maggior parte dei casi, si prolungheranno fino a marzo.

Ecco tutte le date, secondo il calendario comunicato da Confesercenti.

Abruzzo – Dal 4 gennaio al 3 marzo

Basilicata – Dal 2 gennaio al 2 marzo

Calabria – Dal 4 gennaio al 3 marzo

Campania – Dal 4 gennaio al 3 marzo

Emilia Romagna – Dal 4 gennaio (durata 60 giorni)

Lazio – Dal 4 gennaio al 15 febbraio

Liguria – Dal 4 gennaio al 17 febbraio

Lombardia – Dal 4 gennaio (durata massima 60 giorni)

Marche – Dal 4 gennaio al primo marzo

Molise – Dal 4 gennaio (durata 60 giorni)

Piemonte – Dal 4 gennaio (durata 60 giorni)

Puglia – Dal 4 gennaio al 3 marzo

Toscana – Dal 4 gennaio al 3 marzo

Umbria – Dal 4 gennaio (durata massima 60 giorni)

Veneto – Dal 4 gennaio al 28 febbraio

Friuli Venezia Giulia – Dal 4 gennaio

Sardegna – Dal 4 gennaio (durata massima 60 giorni)

Sicilia – Dal 2 gennaio al 15 marzo

Valle d’Aosta – Dal 2 gennaio (durata massima 60 giorni)

Provincia di Trento – Tutto l’anno previa comunicazione alla Camera di Commercio

Provincia di Bolzano – Calendario diverso distretto per distretto

Cambio merce, tutte le regole

Per evitare disguidi e problemi, Confcommercio ricorda che la possibilità di cambiare la merce è in genere legata alla discrezionalità del negoziante. Se però il prodotto acquistato è danneggiato scatta l’obbligo per il commerciante di riparare o sostituire il capo oppure, se impossibilitato a farlo, di ridurre il prezzo pagato o di restituire i soldi.

L’acquirente deve segnalare il difetto entro due mesi dalla data della scoperta. Anche la possibilità di provarsi gli abiti è lasciata alla scelta del negoziante. I capi messi in vendita in periodo di saldo devono avere carattere stagionale o di moda. I commercianti possono tuttavia offrire anche abiti non appartenenti alla stagione. Il negoziante è infine obbligato a indicare il prezzo iniziale del prodotto, lo sconto e il prezzo finale.