SAI L’INGLESE? IL MUTUO TI COSTA MENO (IN GIAPPONE)

19 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Tokyo, 19 giu – Un gruppo finanziario giapponese ha lanciato una “rivoluzionaria” offerta che prevede mutui agevolati – con tassi di interesse più bassi anche di un punto percentuale – per chi, nell’ordine, ha un buon lavoro, parla correttamente l’inglese e ha dimestichezza nell’uso del computer. Secondo un’analisi della agenzia nipponica Kyodo news i più agevolati dalla proposta sarebbero avvocati, medici, interpreti, revisori contabili e operatori economici e finanziari. La ratio alla base della decisione della GE Consumer Finance, braccio finanziario della General Electric, è abbattere i rischi di insolvenza. Secondo il pacchetto per i mutui, l’inglese fluente e la dimestichezza con il pc giustificano una riduzione del tasso d’interesse dello 0,2%. Se poi il cliente acculturato è sposato con una persona dai pari requisiti, il tasso di interesse scende anche dell’1%. L’offerta è valida tanto per i mutui a tasso fisso quanto per quelli a tasso variabile.