Russia infuriata con JP Morgan, minaccia rappresaglia

2 Aprile 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – La Russia adotterà misure di rappresaglia contro diplomatici americani dopo il blocco di un trasferimento di denaro richiesto da un diplomatico russo e rifiutato dalla banca americana JP Morgan.

Mosca “considera inaccettabile, illegale e assurda la decisione della banca JP Morgan Chase di bloccare il versamento dell’ambasciatore russo ad Astana destinato alla società assicurativa Sogaz, con il pretesto delle sanzioni contro la Russia”, dichiara il portavoce del ministero degli Esteri moscovita, Alesander Lukashevich, in una nota pubblicata sul sito del dicastero.

Sogaz è legata a Bank Rossiia, istituto che figura nella lista delle compagnie nel mirino delle sazioni americane decise dopo l’annessione della Crimea alla Federazione russa.

Lukashevic parla di “preludio a misure di rappresaglia che avranno conseguenze sul lavoro dell’ambasciata e del consolato degli Stati Uniti in Russia”. (TMNEWS)