Russia: Cresce l’interscambio con il Belpaese

2 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

Migliora la bilancia dell’interscambio fra Russia e Italia, finora fortemente squilibrata a favore di Mosca: ma per liquidare il residuo passivo, servono maggiori investimenti in loco. E’ quanto emerge da un convegno organizzato dalla Camera di commercio italo-russa in collaborazione, cui prendono parte il direttore generale per le politiche di internazionalizzazione del ministero per il Commercio estero, Angelo Di Stasi, l’ambasciatore italiano in Russia Vittorio Surdo, i copresidenti della Camera di commercio italo-russa Rosario Alessandrello e Serghei Katyrin e il direttore dell’Ice di Mosca, Roberto Pelo. La Russia risana la sua economia, ma nel settore dei prodotti per il consumo continua a essere in larghissima percentuale (80-85 per cento) dipendente dall’import. Per Mosca, è il momento del passaggio all’industrializzazione e l’Italia è già in buona posizione per l’export di macchinari (un terzo del totale).