Rumor: bond da 2,2 miliardi per Fiat Industrial

26 Gennaio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Un bond da 2,2 miliardi di euro per rifinanziare un prestito ponte da un anno su cui era stato raggiunto un accordo l’anno scorso. Questa la possibile mossa che Fiat Industrial si prepara a sfoderare.

No comment dal gruppo.

Lo riporta Dowjones Newswires citando una persona informata sui piani dell’azienza quotata dal 3 gennaio di quest’anno. Il gruppo nato dallo scorporo dalla divisione auto e specializzato in mezzi pesanti, macchine agricole e movimento terra venderebbe bond in piu’ fasi. “E’ ragionevole pensare che l’emissione non avvenga in un’unica operazione ma piu’ probabilmente in una serie di vari accordi di diversa portata”, riferisce l’agenzia stampa contrallata da Rupert Murdoch.

La durata dell’obbligazione, in base alle esigenze finanziarie del gruppo (che include Iveco, Cnh e una parte di Powertrain), dovrebbe essere compresa tra i 5 e i 7 anni.

L’anno scorso Fiat ottenne 4,2 miliardi di finanziamenti da un pool di banche e dedicato proprio a Fiat Industrial, riporta Dow Jones. Il debito comprende il prestito ponte da 2,2 miliardi che ora deve essere rifinanziato passando attraverso il mercato.

Gli istituti coinvolti furono Intesa Sanpaolo, UniCredit, Royal Bank of Scotland, Societe Generale, BNP Paribas, Credit Agricole, Barclays e Citigroup. Le stesse potrebbero curare l’emissione oggetto di rumor.

Il titolo oggi ha guadagnato l’8,3% a 10,66 euro grazie a una forte accelerazione sul finale. A parte il rimbalzo, che ha portato a una sospensione al rialzo, c’e’ attesa per i conti di domani. Fiat Industrial ha rating ‘Ba1 da Moody’s e Bb+ da S&P’s