Ronaldo, partnership con casa di trading che tratta derivati speculativi

25 Settembre 2017, di Alberto Battaglia

Cristiano Ronaldo, una star che su Twitter ha 21 follower più di Donald Trump ha suggerito ai suoi seguaci di considerare i servizi finanziari della Exness Group, una società cipriota che tratta derivati super speculativi noti come CFD, acronimo che sta per ‘contracts for difference‘. Un giudice irlandese aveva chiamato questi titoli, scarsamente regolati, un “forma volatile di gioco d’azzardo”.

Cristiano Ronaldo aveva twittato in merito: “Sono felice della mia nuova partnership con @Exness” e aveva poi rilanciato un messaggio della società nella quale sosteneva come essa “restituisse al mondo”, offrisse “la maggior qualità dei servizi” e accrescesse “una cultura socialmente consapevole”.

La Exness, fra le altre cose, offre una leva finanziaria ai trader ampia fino a 500 volte l’ammontare dei loro depositi, esponendoli a rischi che spesso non vengono percepiti. Quanto ai CFD, si tratta più nel dettaglio di titoli che permettono di speculare sull’andamento atteso di azioni, bond o valute che non si posseggono direttamente. Si tratta di prodotti finanziari già proibiti in alcuni Paesi. Né il club di Ronaldo, né i suoi diretti rappresentanti hanno accettato di rispondere alle domande in merito a questo avallo potenzialmente pericoloso.

È stato stimato che chi ha fatto trading coi CFD in Spagna ha perso denaro nell’82% delle volte, per una perdita complessiva di 142 milioni suddivisa fra 31mila trader nei 21 mesi antecedenti al settembre 2016, inclusi i costi di transazione.
La sponsorizzazione di una star come Ronaldo potrebbe abbassare le reticenze dei trader:

“Molti investitori, confortati dalla rassicurante apparizione delle sponsorship nei siti web di queste compagnie, si lasciano tentare”, ha detto Marielle Cohen-Branche, difensore civico presso l’autorità di vigilanza francese. In basso, il caso di specie.