Romney non voleva essere Presidente degli Stati Uniti

24 Dicembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

PARIGI – Nessuno voleva essere presidente meno di Mitt Romney, ha rivelato il figlio in un’intervista che solleva nuove questioni circa la candidatura del repubblicano sconfitto da Barack Obama il 6 novembre.

In un’intervista al Boston Globe, esaminando cosa è andato storto con la campagna elettorale di Romney, il figlio maggiore Tagg spiega che suo padre era stato un candidato molto riluttante fin dall’inizio.

Dopo non essere riuscito a vincere nel 2008 la nomination repubblicana, Romney ha detto alla sua famiglia che non avrebbe corso di nuovo e ha dovuto essere persuaso ad entrare nella corsa alla Casa Bianca del 2012 dalla moglie Ann e da suo figlio Tagg, appunto.

“Voleva essere presidente meno di chiunque altro io abbia incontrato nella mia vita. Non aveva nessuna voglia … di prsentarsi”, ha detto Tagg Romney. “Se avesse potuto trovare qualcun altro che prendesse il suo posto… sarebbe stato entusiasta di farsi da parte”.

Mitt Romney “è una persona molto riservata che ama la sua famiglia profondamente e vuole essere con loro. Ama il suo Paese, ma non ama i riflettori”, ha detto il figlio. (AFP)