Manifestazioni pro e contro Ue per 60 anni Trattati Roma

22 Marzo 2017, di Alberto Battaglia

La Capitale, che il 25 marzo celebra i 60 anni dalla firma dei Trattati di Roma che istituirono la Comunità economica europea, si prepara ad accogliere una serie di manifestazioni di segno opposto. Eterogeneo il fronte degli anti-europeisti, sempre più nutrito in tutta Europa: il gruppo più numeroso, battezzato Eurostop, raccoglie fra gli altri le sigle di No Tav, Cobas e formazioni di estrema sinistra. Il corteo organizzato da questa piattaforma sociale, intitolato “Contro la Ue, l’euro e la Nato” partirà alle 14 da Piazzale Ostiense, attraverserà il quartiere di Testaccio e terminerà alla Bocca della Verità.

Roma sarà blindata con un piano di sicurezza che la Questura ha definito “imponente”: nel centro storico, saranno due le zone presidiate con tanto di tiratori scelti in cima ai palazzi. A partire dalle 10 avrà luogo la cerimonia ufficiale al Campidoglio, che vedrà impegnati i vari leader politici presenti per le celebrazioni. L’evento sarà protetto da un’ampia area di sicurezza soprannominata “blue zone” in onore del colore della bandiera europea.

Nel frattempo saranno almeno sei le altre manifestazioni che proveranno a far sentire la propria voce sulla spinosissima questione dell’avvenire comunitario. “Pensiamo che il 25 marzo non sia una giornata di festa, ma deve divenire una giornata di lotta e mobilitazione contro il vertice” recita il programma del corteo Eurostop, per il quale si temono infiltrazioni da parte di black bloc provenienti anche dall’estero; l’affluenza stimata è di 8mila persone. Contro l’Europa, ma con una tonalità più nazionalista e “di destra” sarà, poi, il corteo di Azione Nazionale e del Polo Sovranista, che si avvierà alle 14 da Santa Maria Maggiore a via dei Fori Imperiali.

La principale manifestazione a sostegno del progetto europeo più ambizioso, organizzato dal Movimento federalista europeo, prevede invece una partecipazione di 5mila perone e sfilerà alle 11 dalla Bocca della Verità sino ad arrivare all’Arco di Costantino.