Robertson: “Borsa, nel bel mezzo di una bolla”

8 Ottobre 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Ne ha per tutti Julian Robertson, uno dei piu’ mitici gestori di hedge funds del mondo che decise di vendere le proprie azioni Apple semplicemente perchè ritiene che Steve Jobs fosse una persona
davvero terribile, dopo aver letto il libro sulla vita. “A really awful person”, ha detto.

Robertson parla anche dei mercati e, in un’intervista rilasciata a Maria Bartiromo, sottolinea che i mercati hanno valutazioni “pienamente prezzate”, e non solo, visto che “credo che siamo nel bel mezzo di una specie di mercato bolla” che prima o poi esploderà con conseguenze “piuttosto negative”.

“Probabilmente (lo scenario) non si verificherà proprio in questo momento e ritengo che ci crogioleremo in questa crisi fiscale e politica” ancora per un po’ di tempo.

Sulla Fed, bocciata Janet Yellen, vicepresidente della Fed vista come la più probabile candidata a salire di grado e a prendere il posto di Ben Bernanke come numero uno della Federal Reserve. Motivo: il suo approccio verso la moneta facile.