Riuscirà l’operazione “top kill”? Il mercato da’ fiducia a BP

27 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Sono ore cruciali, queste, per la British Petroleum e il Golfo del Messico. Ieri sera la società petrolifera britannica ha infatti dato inizio all’operazione “top kill”, che consiste nell’iniezione di tonnellate di fango e materiale chimico densissimo all’interno del pozzo di petrolio che ormai da giorni sta riversando nel Golfo del Messico milioni di barili di greggio. Si tratta di una operazione mai condotta prima alla profondità in cui si trova il pozzo. La compagnia ha affermato ieri che ci vogliono almeno 24 ore per avere un quadro dell’esito, che al 50-70% dovrebbe essere positivo e nelle migliore delle ipotesi bloccare del tutto la fuoriuscita. BP tenterà inoltre di mettere un tappo di cemento sul foro di uscita. Secondo ultime notizie in queste ore dal pozzo uscirebbe solo fango. Il mercato sembra aver dato fiducia alla British Petroleum, con il titolo che sta guadagnando a Londra il 2,83% dopo giorni di passione.