Risparmio gestito, la raccolta netta gira in negativo ad aprile: -1,9 mld

27 Maggio 2022, di Luca Losito

La raccolta netta complessiva del risparmio gestito in Italia ha girato in negativo ad aprile, segnando un -1,9 mld. L’unica nota positiva la offrono i fondi aperti , che hanno  messo a segno il 25esimo mese consecutivo di raccolta positiva, con flussi netti per 1,6 mld, cifra che porta l’ammontare sottoscritto da inizio anno per questa categoria a +14,4 mld. I dati emergono dalla Mappa mensile del risparmio gestito pubblicata da Assogestioni.

A pesare sulla raccolta netta complessiva del mese, pari a -1,9 mld, è il dato sulle gestioni di portafoglio istituzionali (-4,3 mld), influenzato da una serie di operazioni infragruppo su alcune partecipazioni strategiche, avvenute nel periodo.

Risparmio gestito, svettano i fondi azionari

Lo spaccato dei dati di Assogestioni conferma ancora una volta che la preferenza dei sottoscrittori italiani per i fondi azionari (+2,3 mld) e bilanciati (+1,2 mld) non è stata scalfita dall’incertezza dello scenario di mercato e geopolitico.

A fine aprile, il patrimonio gestito ammonta a 2.427 mld, per l’effetto combinato della raccolta e della flessione dei mercati, che l’ufficio studi Assogestioni quantifica in circa -2,3%. La quota prevalente degli asset, 1.284 mld (pari al 52,9% del totale), è impiegata in fondi aperti e chiusi, mentre le gestioni di portafoglio equivalgono a 1.144 mld (47,1% del totale).