Risparmio gestito: in arrivo nuovo boom in Italia

3 Aprile 2019, di Alessandra Caparello

Nei prossimi tre anni lo stock di prodotti gestiti e assicurativi sarà pari a 250 miliardi di euro fino a raggiungere la quota complessiva di 1.750 miliardi. Le cifre sono quelle di una ricerca diffusa dal Sole24Ore e condotta da Prometeia e Ipsos per Wealth Insights e arriva proprio nelle ultime ore mentre è in corso al MiCo il Salone del Risparmio 2019.

“La miglior tenuta del mercato”, sottolinea Vincenza Di Lorenzo, senior specialist di Prometeia, “è legata in primo luogo al crescente ruolo esercitato dalle reti di consulenti, ma anche ai cambiamenti nella politica di offerta delle banche che, spostando sempre più l’attenzione dall’attività creditizia ai servizi di intermediazione e gestione del risparmio, hanno rafforzato i servizi di consulenza”.

L’analisi mette in luce come nel nostro Paese l’andamento del risparmio gestito negli ultimi 3 mesi dello scorso anno e nei primi due del 2019 non ha raggiunto i livelli visti nel passato, in occasione della crisi finanziaria del 2008 o della crisi del debito sovrano del 2011-2012. E soprattutto Prometeia ipotizza così una ripresa della raccolta del risparmio gestito per raggiungere un flusso netto pari a 60 miliardi nel prossimo triennio.

Se a questa cifra si aggiungono poi i 110 miliardi raccolti nel più promettente mercato dei prodotti assicurativi e un effetto di mercato (+1,5%-2% annuo) stimabile in 80 miliardi si arriva ai 250 miliardi di masse in più rispetto alla fine dello scorso anno a cui si accennava in precedenza”.