Risparmio gestito: a settembre raccolta netta vicino a 2 miliardi. Nuovo record per il patrimonio

24 Ottobre 2019, di Alessandra Caparello

In aumento a settembre la raccolta netta del risparmio gestito che segna una crescita di 1,874 miliardi di euro e un patrimonio complessivo di 2271 miliardi.
Lo rivela la mappa mensile di Assogestioni secondo cui il dato relativo alle gestioni collettive, in aumento di 1 miliardo, è rinforzato dalle sottoscrizioni nette registrate sulle gestioni di portafoglio, in crescita di 873 milioni.

Nuovo record per le masse in gestione

Segna un nuovo record, dice Assogestioni, il patrimonio totale dell’industria che aumenta di oltre 12 miliardi rispetto al mese precedente (+0,5%), grazie  in particolare all’effetto della gestione. Gli asset complessivamente gestiti dall’industria salgono a 2.272 miliardi di euro e mettono a segno un nuovo massimo storico.
Gli asset complessivi inoltre sono quasi equamente ripartiti tra le gestioni collettive (1.104 miliardi) e le gestioni di portafoglio (1.167 miliardi).
Andando nel dettaglio, i fondi comuni totalizzano afflussi netti per 808 milioni e masse totali per 1.042 miliardi, in crescita dai 1.036 miliardi di agosto.
Il 51% degli AUM, circa 1.167 mld, è impiegato nelle gestioni di portafoglio, mentre il restante 49%, pari a 1.104 mld, è investito nei fondi comuni.  Il saldo provvisorio del terzo trimestre si chiude con flussi in entrata per circa 9,7 mld di euro.

I prodotti più venduti

I prodotti preferiti dai risparmiatori a settembre? In testa i fondi obbligazionari (+1,1 miliardi), a seguire bilanciati (+724 milioni) e azionari (+478 milioni).