Risparmiare o investire: quando è meglio fare l’uno o l’altro

12 Giugno 2019, di Alessandra Caparello

Quando risparmiare e quando investire? E’ una domanda che si pongono in molti visto che sia il risparmio che l’investimento di denaro sono entrambi essenziali per raggiungere i propri obiettivi finanziari.

Conoscere quale strategia utilizzare può fare la differenza visto che alcuni obiettivi possono essere raggiunti solo facendo crescere i propri investimenti, mentre altri richiedono la sicurezza di un conto di risparmio. Certo è che quando risparmiare e quando investire dipende dal proprio obiettivo finanziario, dai tempi e dalla quantità di rischio che si è disposti a correre.

Così afferma Andrew Crowell, vice presidente  wealth management presso la D.A. Davidson & Co. di Los Angeles.

Come regola generale, dovreste risparmiare quando il vostro obiettivo finanziario è a meno di tre anni di distanza per non incorrere in molti rischi con il vostro denaro. Investire è meglio quando il vostro obiettivo ha un orizzonte temporale più lungo e siete disposti ad assumervi il rischio di un rendimento potenziale più elevato.

Ecco nel dettaglio una panoramica delle principali differenze tra il risparmio e l’investimento di denaro.

Risparmiare: basso rischio, basso rendimento; sicurezza; accesso immediato al denaro; ideale per obiettivi a breve termine

Investire: maggiore rischio ma anche rendimento potenzialmente maggiore; nessuna sicurezza; accesso non immediato al contante: ideale per obiettivi a lungo termine.

“Il risparmio comporta tipicamente la conservazione del denaro in un mercato monetario o in un conto di risparmio ad alto rendimento e consente di guadagnare interessi e di accedere ai propri contanti in modo abbastanza rapido e senza penali”, afferma Ravi Kumar, responsabile dell’internet banking presso la CIT Bank di Pasadena, California. Se le parole d’ordine per il risparmio sono “sicuro e protetto”, quelle per l’investimento sono “rischio e ricompensa”. Investire “richiede l’assunzione di maggiori rischi, ma ha il potenziale di ottenere un maggiore ritorno sul proprio investimento”,” dice Kumar.

“La posta in gioco è più alta, ma anche i potenziali benefici”.