RIMANGONO INVARIATI I TASSI IN GIAPPONE

17 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

La Banca Centrale Giapponese (Boj) ha deciso di lasciare invariati i tassi di interesse.

Rimane dunque la politica dei “tassi zero” iniziata nel 1999 per aiutare la ripresa economica.

La scelta era stata auspicata anche dai Ministri finanziari del G7 che si erano riuniti proprio in Giappone in vista del G8 di Okinawa a fine mese.

Il tasso di sconto giapponese rimane dunque allo 0,50%, il minimo storico.

La Banca centrale ha anche comunicato che cercherà di favorire i tassi overnight affinchè si avvicinino allo zero.