Richard Branson porta i viaggi nello spazio in Borsa

10 Luglio 2019, di Mariangela Tessa

Richard Branson sarà il primo imprenditore a portare in Borsa una società che opera nel turismo nello spazio. Secondo quanto anticipato dal Wall Street Journal, e poi confermato dal gruppo, la Virgin Galactic del magnate britannico approderà sul parterre di Wall Street nella seconda metà di quest’anno, diventando così la prima ed unica compagnia al mondo di viaggi turistici spaziali le cui azioni potranno essere scambiate su un mercato regolamentato.

L’operazione avverrà grazie alla fusione con Social Capital Hedosophia, veicolo d’investimento già quotato a New York e che controllerà il 49% della nuova costituita. Come riportato dal Wall Street Journal, questo accordo porterà fino a 800 milioni di dollari nelle casse della Virgin Galactic.

Nel 2017, Branson aveva raggiunto un accordo con un fondo di investimento legato al governo dell’Arabia Saudita, che avrebbe investito circa 1 miliardo di dollari in Virgin Galactic, ma l’intesa fu cancellata dopo l’omicidio del giornalista Jamal Khashoggi.

L’enterprise value pro-forma di Virgin Galactic è stimato in 1,5 miliardi di dollari vantando già oltre 600 prenotazioni di persone pronte per l’avventura spaziale.Tra le persone che hanno già prenotato un biglietto spiccano l’attore Leonardo di Caprio e la pop star Justin Bieber. Un volo di 90 minuti dal costo di 250 mila dollari, che promette ai passeggeri di provare l’esperienza dell’assenza di gravità.