Report: banche, il momento peggiore per gli stress test

18 Luglio 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Secondo i calcoli effettuati da un team di analisti di Wall Street nel post stress test, con un livello del 7% dei rendimenti del decennale spagnolo e italiano, sarebbero state in 20 (e non otto) su 91 le banche bocciate. Gruppi che avrebbero bisogno di 80 miliardi di capitale fresco e non solo 2,5 miliardi.

In Italia, che ha un rapporto tra debito e Pil del 120%, ovviamente il fatto che la solvibilita’ del debito sovrano sia in dubbio ha un impatto diretto sulle bache italiane che tanto sono esposte al debito nazionale. E lunedi’ i titoli hanno pagato prezzo (Intesa, Unicredit e Banco Popolare hanno accusato cali di oltre il 6%). Ma quali sono le piu’ a rischio? Ce ne sono due che con i livelli di capitale attuali non sopravviverebbero a shock maggiori. In generale e’ consigliabile avviare piani di aumento di capitale o misure di austerita’ severe?

Ecco tutti i dettagli in un report da non perdere. Attenzione anche alle banche francesi: rischiano perche’ hanno un’esposizione enorme, pari a 76,5 miliardi, al debito dei Piigs. In Spagna tutto dipendera’ da…