Regione Lazio partrocinia “Expo Luxe 2010, primo salone lusso di Roma

27 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il lusso oggi interessa il grande pubblico e le istituzioni che sono sempre più sensibili a questo comparto che raggiunge milioni di consumatori. Dopo il Comune di Roma, anche la Regione Lazio ha deciso di conferire il suo patrocinio al Primo Salone del Lusso di Roma “Expo Luxe 2010” (www.expoluxe.it), un riconoscimento morale con il quale la Regione Lazio esprime la propria simbolica adesione a un’iniziativa di importanza regionale e nazionale, per le sue finalità culturali, scientifiche, educative, sociali e celebrative. Lo si legge in una nota. Nata con la “mission” di promuovere la cultura, l’arte e l'”italian style”, Expo Luxe riconosce proprio nel Lazio una Regione storicamente e culturalmente votata al lusso. Il sistema produttivo laziale si è infatti affermato nel mondo come modello di alta qualità grazie a una struttura economica composta da filiere di eccellenze produttive che vanno dall’Alta Moda alle Tecnologie, dalla Nautica alla Gioielleria. Proprio nel settore dell’oreficeria, nel Lazio risultano oltre 1.300 imprese che impiegano oltre 3 mila addetti, con un export che ammonta ad oltre 41 milioni di euro. Nell’ambito della trasformazione dell’oro e nella produzione di gioielli la Regione Lazio si colloca ai primi posti in Italia: qui storia e tradizione hanno inciso significativamente sullo sviluppo del sistema orafo, tanto apprezzato nel mondo grazie anche all’abilità degli artigiani, all’accuratezza della lavorazione, all’originalità del manufatto, allo stile, alla qualità e alla tecnologia impiegata. Con Expo Luxe il Lazio si ripropone oggi quale punto di riferimento per chi è alla continua ricerca dell’eccellenza come espressione di sé e del proprio vivere. La Regione Lazio è un territorio dove il passato si fonde con il presente e il futuro. Le tracce di una storia lunga e ricca sono ovunque: a Roma, dove sono custodite alcune meraviglie famose in tutto il mondo, come il Colosseo e la Cappella Sistina, ma anche nel resto della Regione, con le sue antiche necropoli, i suoi grandi palazzi nobiliari o i suoi borghi medievali ancora intatti. Ma il Lazio è anche un punto di riferimento a livello mondiale per il buon gusto, il senso estetico, lo shopping esigente e per i sapori e i profumi più antichi della tradizione italiana che si esaltano in alcuni prodotti di grande livello. Proprio questa è la chiave del successo della Regione Lazio: un misto di tradizione e modernità che esprime ai suoi massimi livelli quell'”italian style” che Expo Luxe onlus e World & Pleasure magazine , organizzatori di Expo Luxe 2010, vogliono promuovere. Dal 17 al 19 settembre 2010 si accenderanno dunque i riflettori sulla prima edizione di Expo Luxe proprio nel Lazio che diventerà la Regione del Lusso, con una particolare attenzione alla beneficenza. Expo Luxe è infatti impostato in un’ottica di charity, mediante una cena di gala che prevede che il totale dei fondi ricavati mediante la realizzazione di una lotteria e di un’asta vengano devoluti in beneficenza. “La nuova frontiera non sta solo in beni materiali costosi, ma soprattutto in prodotti -come quelli di eccellenza della Regione Lazio- che rimandano a uno stile di vita autentico, perché il lusso non solo è da sempre un potente motore dell’apparato produttivo e del sistema di comunicazione, ma contribuisce anche a migliorare la qualità della vita delle persone. Al lusso come distinzione basata sul denaro subentra infatti oggi un nuovo senso del lusso come distinzione basata su scelte di vita autonome e consapevoli, che guardano alla sostanza” sostiene il dottor Alejandro G. Jantus, presidente di Expo Luxe nonché direttore responsabile di World & Pleasure magazine il mensile dedicato al mondo del lusso.