Re dei Bond: “Il grafico da non perdere d’occhio nel 2018”

18 Dicembre 2017, di Daniele Chicca

Dopo aver elencato le sue puntate preferite per l’anno nuovo, il Ceo di DoubleLine Capital Jeff Gundlach è passato a citare il grafico da tenere assolutamente d’occhio nel 2018.

Si tratta di un grafico che mette in evidenza il differenziale enorme tra l’andamento dell’indice allargato S&P 500 e quello di uno dei fondi comuni più popolari per investire nei Bond spazzatura (HYG).

Mentre da gennaio l’S&P 500 si è rafforzato molto, superando con scioltezza la media mobile, l’indice ETF JNK nello stesso periodo ha subito sbalzi notevoli e scambia ancora sotto tutte e tre le medie mobili più importanti (a 50, 100 e 200 giorni).

Non solo. L’ETF dei Bond spazzatura denominato in dollari (iShares iBoxx High Yield Corporate Bond ETF) ha disegnato inoltre una “croce della morte” (formazione che nel gergo dell’analisi tecnica descrive in una particolare situazione insolita in cui la media mobile a lungo termine è superiore alla media a breve termine o al livello di supporto al ribasso (area tecnica la cui violazione implicherebbe ulteriori ribassi).

Il comportamento così differente tra i due mercati evidenziato nel grafico “è decisamente anomalo” secondo il gestore soprannominato “Re dei Bond” e va dunque tenuto sotto osservazione l’anno prossimo. In America i commentatori dei blog di finanza hanno provato a chiedersi allora cosa potrebbe succedere nei prossimi mesi. La risposta – fornita con l’elaborazione di un grafico – non piacerà ai rialzisti: