RAMPL: UNICREDIT SCENDERA’ IN MEDIOBANCA

di Redazione Wall Street Italia
21 Maggio 2007 08:08

(9Colonne) – Milano, 21 mag – “Possono stare tranquilli. Abbiamo già annunciato che in Mediobanca scenderemo”. Intervistato dalla Stampa, Dieter Rampl, il presidente tedesco di Unicredit, sottolinea più volte l’intenzione di “limare” alcune partecipazioni portate in dote dall’aggregazione con Capitalia. E lancia un messaggio distensivo a Intesa-Sanpaolo: “Abbiamo detto in modo chiaro e cristallino che scenderemo in Mediobanca. Scenderemo sotto il 10%”. Alla domanda se Capitalia sia stata una “seconda scelta” rispetto a a Société Generale, Rampl risponde: “No, non si può assolutamente dire questo. Adesso siamo in un momento in cui l’integrazione europea sta andando avanti a ritmo molto rapido, molte banche hanno contatti tra di loro. Con SocGen abbiamo sempre avuto rapporti molto buoni e abbiamo avuto colloqui per capire se si potesse lavorare più strettamente assieme. Poi abbiamo visto l’opportunità Capitalia, che aveva tempi giusti, e l’abbiamo colta”. Ma SocGen è ancora un dossier aperto? Risponde Rampl: “Mettiamola così: un’integrazione è un processo complicato, c’è un sacco di lavoro da fare. Adesso bisognerà concentrarsi completamente sull’integrazione con Capitalia. Prevediamo sinergie per 1,2 miliardi dall’integrazione tra i due gruppi e nel futuro prossimo dovremo darci da fare per convincere il mercato che la nostra scelta è stata quella giusta. Meglio non essere distratti da altre cose”.