Quora: dove gli amanti di internet trovano le risposte a tutto

2 Agosto 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Chi non è troppo pratico della rete e delle potenzialità delle informazioni offerta, potrebbe non averne mai sentito parlare. Ma tra gli amanti della tecnologia è uno dei preferiti: Quora. Una sorta di mix tra Reddit e Yahoo Answers, solo molto meglio.

Grazie a una community impegnata e molto attenta a fare del sito uno dei top, le domande poste possono essere tra le più variegate e le risposte saranno molto dettagliate ed esaurienti, anche grazie al post dei link e delle fonti a supporto. Simile a quanto sviluppato dagli utenti di Reddit e dagli editor di Wikipedia, l’idea del sito è quello di fornire un sistema di informazioni di alta qualità.

Ancora poco conosciuto in Italia, ma negli Stati Uniti e’ molto utilizzato e ha riscosso molto successo. La start-up e’ stata fondata nel 2009 da Adam d’Angelo, ex direttore tecnico di Facebook. Alla prima tornata di finanziamenti aveva gia’ ottenuto 11 miliardi di dollari di nuove risorse in arrivo dall’industria dei Venture Capital. A febbraio 2011 gli utenti erano saliti a 1 milione 400 mila. Quello che fa impressione e’ la crescita esponenziale del trend.

Chi possiede un iPhone o un iPad o un qualsiasi dispositivo portatile ha inoltre la possibilità di scaricare direttamente l’applicazione sullo smartphone o tablet e utilizzarla comodamente ‘on the go’.

[ARTICLEIMAGE]Come funziona: Il primo passo è creare un account. Chi possiede Facebook o Twitter può accedervi con le rispettive credenziali, altrimenti è possibile creare un account Quora utilizzando il proprio indirizzo email. Verrà richiesto di scegliere 5 (tra 30) macro-argomenti alla quale si è particolarmente interessati, e che nei passi successivi potranno essere snocciolati in argomenti più specifici. Una volta all’interno, le informazioni che hai deciso di seguire compariranno come dei feed. Oltre a seguire le risposte gli utenti potranno attivamente porre delle domande, scrivere dei post o creare un board.

Il sistema funziona con il classico metodo dei crediti. Quando una persona risponde a delle domande raccoglie dei crediti, che potranno aumentare con punteggi positivi da altri utenti.