Quanto e dove mettere i propri risparmi per le emergenze: i consigli degli esperti

11 Ottobre 2019, di Alessandra Caparello

Avere da parte denaro su un fondo è una protezione molto importante quando ci saranno periodi difficili nella propria vita. E’ indubbio che accantonare denaro per spese impreviste è una mossa finanziaria molto saggia, anche se difficile da realizzare.
Certo è impossibile controllare (o prevedere) quando si verificheranno problemi in futuro, da quelli medici a quelli lavorativi, ma avere un po’ di denaro disponibile in risparmi può essere un salvagente a cui aggrapparsi.

Quanto mettere da parte per stare sereni?

La cifra ovviamente dipende da quanto si guadagna. In base al proprio reddito si può capire quanto accantonare ogni mese. Alcuni esperti danno dei consigli. Secondo Tanza Loudenback, come riporta Business Insider, un single dovrebbe puntare a mettere da parte un minimo di almeno sei mesi di spese coperte, mentre le famiglie a doppio reddito invece dovrebbero puntare ad almeno tre mesi.

Secondo Tim Clairmont, pianificatore finanziario e CEO di Clear Financial Partners, è importante trattare i propri risparmi come una bolletta. L’esperto dice come sia facile spendere soldi extra per cene al ristorante o spese extra ma costruire un fondo di emergenza dovrebbe essere una priorità.
In altre parole, si deve contribuire al proprio conto di risparmio con lo stesso livello di impegno assunto nel pagare una rata del mutuo ad esempio. Un modo efficace per essere sicuri di farlo è rendere automatici i risparmi.  Si può pensare quindi a impostare automaticamente sul proprio conto, appena si ricevo lo stipendio mensile, l’accantonamento di una parte di esso.

Dove mettere i risparmi?

Siccome parliamo di fondo di emergenza, lo scopo principale è ottenere la liquidità subito quando si presenta l’urgenza. Perciò è meglio trovare un strumento di risparmio che offre la possibilità di attingere  ai propri risparmi senza difficoltà o penalità quando è necessario.
E’ meglio in questo caso non usare un fondo previdenziale, né azioni. Secondo gli esperti un conto di risparmio bancario standard è generalmente un luogo sicuro per tenere i propri soldi. In ogni caso è bene rivolgersi al proprio consulente di fiducia che saprà indirizzare al meglio.