Profit taking sull’Europa dopo boom vigilia

11 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Avvio in deciso rosso per le borse europee, che prendono una pausa di riflessione dopo il rally della vigilia che ha fatto recuperare molti dei miliardi bruciati la scorsa ottava. Dopo l’euforia sostenuta dal piano salva-Europa approvato da Ue e Fmi, gli investitori preferiscono raccogliere qualche profitto, in una sessione scarna di spunti a livello macroeconomico. Dopo il rallentamento dell’inflazione in Germania, infatti, si guarderà al tasso di disoccupazione dell’Ocse e, alle 16.00, alle vendite all’ingrosso degli Stati Uniti. Sul fronte valutario torna a scendere l’euro nei confronti del dollaro con il cross a 1,2737. Prosegue la fase di discesa del petrolio, con i futures sul Light Crude in scadenza a giugno che si attestano a 76,28 dollari. Sulle prime battute Londra mostra un calo dell’1,335% a 5.314 punti, mentre Francoforte arretra dell’1,25% a quota 5.942. In rosso anche Parigi -1,70% a 3.656, Amsterdam -1,17% a 331 e Bruxelles -0,95% a 2.488. Più ampia la discesa di Madrid che lascia sul parterre il 2,58% a 10.085. A livello settoriale risultano molto vendute le risorse di base a causa del calo dei prezzi delle commodities.