PROCTER & GAMBLE COMPRA GILLETTE PER $57 MILIARDI

28 Gennaio 2005, di Redazione Wall Street Italia

Procter & Gamble (PG – NYSE) annuncera’ oggi ufficialmente che comprera’ Gillette (G – NYSE) in cash e azioni per una cifra pari a $57 miliardi. E’ il secondo piu’ grande takeover nella storia del business americano e mondiale dopo che J. P. Morgan Chase ha acquistato l’anno scorso Bank One per $60 miliardi; e’ anche l’ultima di una serie di merger & acquisition che dimostra come la fiducia sia tornata a Wall Street e tra le aziende americane. Il colosso che nascera’ dopo la fusione battera’ Unilever come azienda di largo consumo “numero uno” al mondo. L’annuncio del takeover sara’ dato in una conferenza stampa oggi a Midtown Manhattan, qui a New York.

Il nuovo gigante che risultera’ dalla merger delle due aziende gestira’ marchi mondiali notissimi: dai prodotti classici di P&G come il detergente Tide, i pannolini Pampers o il dentifricio Crest, ad altri altrettanto noti della Gillette come i rasoi o le batterie Duracell. Il fatturato totale superera’ i $60 miliardi annui.

Stando ai termini della fusione, Procter & Gamble paghera’ 0.975, cioe’ $54, per ciascuna azione Gillette. Si tratta di un premio di circa il 18% per i titoli Gillette, che giovedi’ sera avevano chiuso a $45.85. Le azioni Gillette sono salite fino a +6.3% nella parte finale dell’after hours subito dopo che la notizia della merger e’ stata pubblicata dalle edizioni online del Wall Street Journal e del New York Times.

Il nuovo mega-colosso del largo consumo (di cui non si conosce ancora il futuro nome; forse Procter & Gillette?) dovrebbe realizzare un taglio di costi pari a $1.1-$1.2 miliardi nei prossimi tre anni, anche tramite la riduzione di circa 6.000 posti di lavoro su un totale di 140.000 dipendenti.