Private equity caldo in Italia: boom di investimenti in Pmi, 2018 da record

22 Ottobre 2018, di Fabrizio Guidoni

Il mercato del private equity si dimostra molto attivo a settembre, mettendo a segno altri dieci nuovi investimenti nelle Pmi italiane. Come sottolinea Aifi (Associazione Italiana Private Equity, Venture Capital e Private Debt) sul suo sito, lo scorso anno, nel medesimo periodo, l’Osservatorio PEM di LIUC – Università Cattaneo, aveva mappato sette investimenti.

“Il 2018 – si legge nel commento di Aifi – si va configurando a tutti gli effetti come anno record, avendo già raggiunto, dopo nove mesi, quota 110 operazioni. Il mese appena trascorso, caratterizzato da un’eccellente vivacità del settore, se si tiene anche conto di numerose operazioni annunciate e in procinto di chiudersi a breve, conclude, dunque, un terzo trimestre di sicuro interesse per gli investitori, che hanno portato a termine ben 34 nuovi investimenti. Sulla base dei valori enunciati, l’Indice trimestrale Private Equity Monitor Index – PEM-I, elaborato dai ricercatori dell’Osservatorio PEM attivo presso la Business School di LIUC – Università Cattaneo, si è attestato così a quota 283, un valore mai registrato in questo periodo dell’anno nella storia pluriennale dell’indicatore“.