Presto si potrà pagare con anelli o codici a barre

16 Marzo 2018, di Livia Liberatore

I pagamenti con contanti o carta di credito potrebbero presto essere alle spalle. Lo scorso anno Mastercard ha riportato un aumento del 145% degli europei che sfruttano le loro carte per pagare. E vengono create intanto nuove modalità di pagamento, molte delle quali sono state presentate al Mobile World Congress (MWC) di quest’anno a Barcellona.

“L’Europa è leader nel mondo dei pagamenti contactless e il suo successo travolgente ha creato una richiesta ancora maggiore”, spiega Paolo Battiston, vicepresidente esecutivo Digital Payments & Labs Europe di Mastercard citato in un articolo su Quartz. Per esempio, uno studio condotto dalla banca olandese ABN AMRO ha visto 500 clienti pagare per merci utilizzando anelli contactless, braccialetti, orologi e portachiavi.

Un’altra partnership annunciata al MWC sta cercando di cambiare il modo in cui paghiamo il carburante o il parcheggio. Utilizzando la SAP Vehicle Network, una piattaforma per auto connesse, Mastercard prevede di offrire alle banche e ai rivenditori la tecnologia per consentire alle auto di agire come carte, diminuendo il tempo da passare nelle stazioni di rifornimento, nei punti di ricarica e nei parcheggi.

C’è anche una soluzione pensata in particolare per i Paesi africani, che farà anche il suo debutto in Africa entro la fine di quest’anno, come parte di una partnership con Facebook. Utilizzando Mastercard QR di Masterpass, un codice QR che consente pagamenti, i clienti acquistano un sistema solare a credito e utilizzano il loro telefono per effettuare piccoli pagamenti giornalieri, inferiori a quanto speso in precedenza in pericolose lampade a cherosene.