Premuda, via libera di Consob adaumento di capitale sociale

3 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Premuda S.p.A. rende noto di aver ricevuto oggi dalla Consob, l’autorizzazione alla pubblicazione del prospetto informativo relativo all’offerta in opzione agli azionisti e all’ammissione a quotazione sull’MTA, delle azioni ordinarie di nuova emissione rivenienti dall’aumento del capitale sociale a pagamento per nominali massimi Euro 23.472.741,50, deliberato dal Consiglio di Amministrazione della Societa con delibera del 31 marzo 2010, come successivamente integrata in data 27 agosto 2010, a valere sulla delega conferitagli dall’ assemblea straordinaria dei soci dell’Emittente in data 27 giugno 2007 (“Aumento di Capitale”). Lo si legge in una nota. L’operazione prevede l’emissione di massime n. 46.945.483 azioni ordinarie del valore nominale di Euro 0,50 cadauna, da offrire in opzione agli azionisti ordinari e di risparmio di Premuda al prezzo di Euro 0,75 per ciascuna nuova azione (di cui Euro 0,25 a titolo di sovrapprezzo), sulla base di un rapporto di opzione di n. 1 nuova azione ordinaria ogni 3 azioni di qualsiasi categoria possedute, per un controvalore complessivo massimo pari a Euro 35.209.112. Le azioni di nuova emissione avranno godimento regolare (1 gennaio 2010), saranno munite della cedola n. 11 e saranno pertanto fungibili con le azioni ordinarie Premuda negoziate sull’MTA. Il periodo per l’esercizio dei diritti di opzione da parte degli azionisti di Premuda iniziera l’8 novembre 2010 e si concludera il 26 novembre 2010, estremi inclusi (il “Periodo di Offerta”); i diritti di opzione potranno essere negoziati in borsa dall’8 novembre 2010 al 19 novembre 2010, estremi inclusi. I diritti di opzione sono rappresentati dalla cedola n. 10. Entro il mese successivo alla scadenza del Periodo di Offerta, Premuda offrira in borsa, i diritti eventualmente non esercitati durante detto periodo. L’Aumento di Capitale a servizio dell’Offerta e finalizzato a supportare gli obiettivi di consolidamento e di sviluppo della Societa e del Gruppo. Piu in particolare, l’Aumento di Capitale e finalizzato a porre l’Emittente nella condizione di perseguire – con una struttura piu solida, adeguata anche alle particolari condizioni del mercato verificatesi a seguito della crisi che ha interessato i mercati finanziari in generale, e il settore marittimo in particolare – il proprio piano di investimenti e a rafforzare la propria struttura patrimoniale, riducendo cosi il livello di leverage. Quanto alla destinazione dei proventi dell’Aumento di Capitale, gli stessi saranno destinati principalmente a sostegno del piano di investimenti posto in essere dal Gruppo fino al 2014. Inoltre, nonostante la Societa abbia gia organizzato la copertura degli impegni finanziari a breve (navi in consegna entro l’esercizio 2011), i proventi derivanti dall’Aumento di Capitale saranno destinati anche al rafforzamento patrimoniale e finanziario attraverso la riduzione dei debiti finanziari. Si ricorda che, in data 21 luglio 2010, la controllante Investimenti Marittimi S.p.A., che detiene il 78,88% del capitale sociale con diritto di voto (pari al 78,84% dell’intero capitale sociale), ha manifestato la volonta di non sottoscrivere in via diretta i diritti di opzione ad essa spettanti. Investimenti Marittimi S.p.A. ha comunicato di avere in pari data sottoscritto con i propri soci accordi che prevedono l’impegno in capo a questi ultimi ad acquistare i predetti diritti di opzione in proporzione alle partecipazioni da questi ultimi detenute in Investimenti Marittimi stessa. Gli acquisti avverranno sul mercato dei blocchi a prezzi di mercato entro tre giorni di borsa aperta a partire dalla data di inizio del periodo di negoziazione dei diritti. In base a tali accordi: – i soci Assicurazioni Generali S.p.A. e Duferco Italia Holding S.p.A., per l’intera quantità dei diritti di opzione acquisiti, hanno assunto l’impegno (i) ad esercitare i diritti di opzione sottoscrivendo le nuove azioni e/o (ii) a cederli a loro volta a terzi, subordinatamente all’assunzione di un impegno irrevocabile di esercizio dei medesimi diritti di opzione da parte di questi ultimi; – il socio Navigazione Italiana S.p.A., limitatamente al 50% dei diritti di opzione acquisiti, ha assunto l’impegno (i) ad esercitare i diritti di opzione sottoscrivendo le Nuove Azioni e/o (ii) a cederli a sua volta a terzi, subordinatamente all’assunzione di un impegno irrevocabile di esercizio dei medesimi diritti di opzione da parte di questi ultimi. Il residuo 50% dei diritti di opzione acquisiti da Navigazione Italiana rimane nella libera disponibilità della stessa. Gli impegni a sottoscrivere e/o a far sottoscrivere nuove azioni Premuda da parte dei soci di Investimenti Marittimi S.p.A. hanno ad oggetto un totale di 25.907.756 nuove azioni, corrispondenti al 55,18%, del controvalore massimo dell’Aumento di Capitale, di cui il 23,65% riferibile a Navigazione Italiana S.p.A., il 23,65% riferibile a Assicurazioni Generali S.p.A. ed il 7,88% riferibile a Duferco Italia Holding S.p.A.. Si segnala che, in caso di integrale sottoscrizione dell’aumento di capitale, la partecipazione detenuta da Investimenti Marittimi S.p.A., nel capitale della Società si ridurrà dal 78,88% al 59,15% del capitale con diritto di voto (dal 78,84% al 59,13% dell’intero capitale sociale). In aggiunta a quanto precede, in data 15 ottobre 2010, l’Emittente ha sottoscritto con Banca Popolare di Milano S.c.a r.l. un accordo di garanzia relativo alla sottoscrizione di massime n. 13.500.000 nuove azioni, pari al 28,75% del controvalore massimo dell’Aumento di Capitale, per un controvalore totale massimo di Euro 10.125.000, nel caso in cui le stesse non risultassero sottoscritte all’esito dell’eventuale offerta in borsa dei diritti inoptati. L’Impegno dei Soci di Investimenti Marittimi congiuntamente all’impegno di Banca Popolare di Milano copriranno l’83,94% dell’Offerta, ossia complessive massime n. 39.407.756 Nuove Azioni, per un controvalore massimo di Euro 29.555.817.