PREFETTI, MAGISTRATI, DIPLOMATICI: NASCE FRONTE COMUNE

1 Ottobre 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 1 ott – “Sicurezza, giustizia e diplomazia: è possibile un’altra amministrazione?”: è quanto si chiedono e chiederanno agli esponenti politici e studiosi, i magistrati, i diplomatici e i prefettizi in occasione di un convegno, che si terrà a Roma mercoledi 3 ottobre presso l’Hotel Quirinale. E’ la prima inziativa organizzata congiuntamente dall’Associazione Nazionale Magistrati (Anm), dal sindacato dei diplomatici Sndmae e da quello della carriera prefettizia Sinpref: l’obiettivo è quello di proporre all’attenzione pubblica – e in particolare al mondo politico- una riflessione sulla necessità di intervenire con urgenza in settori nevralgici del nostro ordinamento, quali la sicurezza, la giustizia e la proiezione internazionale del Paese. “Le tre associazioni – si legge in una nota di presentazione – vedono infatti nell’operare quotidiano, un grave e crescente scollamento tra obiettivi dichiarati e le concrete possibilità di svolgere le rispettive attività istituzionali, scollamento che si ripercuote sulla fiducia dei cittadini e sulla motivazione di coloro che, per vocazione, vi lavorano, in Italia ed all’estero. Negli ultimi anni –lamentano le associazioni – si è assistito non solo ad un progressivo depauperamento delle risorse, con pesanti riflessi sul funzionamento delle strutture, ma anche all’accrescersi dei compiti e ciò in assenza di una visione o di un progetto relativo all’ammodernamento degli apparati”. Secondo i tre sindacati “occorre conseguire, attraverso un dialogo di alto profilo – non legato alla mera gestione di situazioni di emergenza o di profilo mediatico – e una fattiva interazione con il livello politico, risultati concreti e non effimeri per l’efficacia dell’azione dello Stato e delle sue Amministrazioni, nell’interesse primario dei cittadini”.