Poste Italiane: intesa con Governo egiziano per money transfer

25 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – L’Amministratore Delegato di Poste Italiane, Massimo Sarmi, e il Ministro del lavoro e dell’Emigrazione egiziano, Abdel Hady, hanno raggiunto oggi al Cairo un’intesa per realizzare nei prossimi mesi il servizio di trasferimento fondi tra Italia ed Egitto sia mediante sportello, sia attraverso carte prepagate. Lo si legge in una nota. L’accordo, che sarà formalizzato a breve, riguarderà un offerta tariffaria “al miglior prezzo” per garantire alla comunità egiziana residente in Italia costi contenuti nelle operazioni di money transfer verso qualsiasi destinazione. In occasione della sua visita in Egitto per un giro di incontri al massimo livello istituzionale, Sarmi ha inoltre avuto un colloquio con il Ministro delle Comunicazioni, Tarek Kamel, per discutere dell’estensione della cooperazione tra Poste Italiane ed Egypt Post al fine di realizzare una piattaforma di servizi innovativi di comunicazione digitale. “Poste Italiane – ha detto l’Ad, Massimo Sarmi – sta contribuendo concretamente allo sviluppo e alla innovazione tecnologica dei sistemi postali e finanziari dell’area mediterranea. L’accordo ribadisce la nostra presenza in Egitto e crea un nuovo ponte di collaborazione tra i due Paesi, in particolare con la importante comunità egiziana in Italia. I colloqui odierni – ha aggiunto l’Ad – hanno posto le basi per l’avvio di nuovi servizi a valore aggiunto come la creazione di una piattaforma per lo sviluppo dell’ e-commerce, la introduzione di servizi di comunicazione digitale sicura e la creazione di un dominio internet di primo livello per gli operatori postali del bacino mediterraneo”. L’Ad ha quindi firmato con il Chairman di Egypt Post, Ashraf Zaki, l’accordo per l’ingresso di Poste Italiane in “Euromed”, l’organismo di bacino che riunisce 14 operatori postali dell’area euromediterranea, e che si muove in linea con la Dichiarazione di Barcellona del 1995 per la promozione di un’azione di partenariato integrale tra i Paesi aderenti. Sarmi e Zaki hanno affrontato in particolare il potenziamento dei servizi di trasferimento di denaro via sportello e via carta prepagata, l’avvio del progetto per la creazione di una piattaforma di e-commerce tra i Paesi Euromed, l’introduzione di servizi di comunicazione digitale sicura e lo studio di un dominio internet di primo livello riservato agli operatori postali euro-mediterranei sulla esperienza del dominio “.Post”, promosso dall’Unione postale internazionale. L’incontro con Ashraf Zaki ha offerto l’occasione per fare il punto sulle attività legate all’accordo stipulato il 19 maggio scorso a Roma, in base al quale Poste Italiane è partner di Egypt Post per lo sviluppo, l’innovazione e il potenziamento tecnologico del servizio postale egiziano. Sarmi e Zaki hanno valutato l’ampliamento della collaborazione e la creazione di servizi logistico-postali e finanziari dedicati alle grandi imprese egiziane.