Popolare di Bari: via libera del Fitd al salvataggio

19 Dicembre 2019, di Alessandra Caparello

Semaforo verde del Comitato di gestione del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi all’intervento per Popolare di Bari.

L’organismo ha valutato una richiesta di intervento pervenuta dai Commissari straordinari della Banca Popolare di Bari, volto ad assicurare alla Banca il rispetto dei requisiti patrimoniali minimi al 31.12.2019, nel quadro di un più ampio piano di intervento in corso di definizione. Il Comitato ha deliberato di esprimere al Consiglio una valutazione favorevole in merito all’istanza formulata dai Commissari, in funzione della delibera da assumere, con modalità e tempi che verranno definiti nei prossimi giorni, in conformità alle regole che disciplinano l’attività del Fondo Interbancario”.

Così si legge in una nota del Comitato secondo cui la valutazione espressa è “volta ad assicurare alla Banca il rispetto dei requisiti patrimoniali minimi al 31.12.2019, nel quadro di un più ampio piano di intervento in corso di definizione”.

La delibera sarà assunta con modalità e tempi che verranno definiti nei prossimi giorni, in conformità alle regole che disciplinano l’attività del Fondo Interbancario, aggiunge la nota.

Il Comitato ha espresso preliminarmente soddisfazione in merito al nuovo quadro normativo -istituzionale nel quale si inserisce la situazione della Banca Popolare di Bari, con riferimento all’intervenuto ricambio della governance attraverso il commissariamento della banca e all’emanazione del decreto legge n. 142/2019, che ha previsto misure urgenti per il rafforzamento del sistema creditizio del Mezzogiorno”.

Entusiasmo traspare dalle parole del ministro dell’economia Roberto Gualtieri che commenta:

La decisione assunta dal Fidt a favore di un intervento patrimoniale immediato a sostegno della Banca Popolare di Bari mette fin da subito la “banca in condizioni di sicurezza. L’intervento consente di lavorare con maggiore serenità all’attuazione dell’operazione di rilancio della Popolare di Bari. L’iniziativa dimostra il senso di responsabilità, l’elevato grado di coesione e la resilienza del sistema bancario italiano nel suo insieme”.