Pirelli vola fino a +4%, su rumor Opa e delisting

19 Marzo 2015, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI) – Boom di acquisti sul titolo Pirelli fin dall’inizio delle contrattazioni a Piazza Affari. Circolano indiscrezioni, riportate dal Corriere della Sera, secondo cui sarebbe allo studio un’Opa totalitaria sul gruppo della Bicocca. L’Opa verrebbe lanciata dai nuovi soci – Marco Tronchetti Provera sarebbe infatti pronto a stringere nuove alleanze – insieme a Tronchetti, agli alleati di Nuove Partecipazioni, più Unicredit e Intesa.

Il Corriere della Sera fa riferimento al possibile ingresso di nuovi soci dall’Oriente. Circolano i nomi della coreana Hankook, della giapponese Yokohama e delle cinesi China Chemical Corporation e Zhongce Rubber Company). Gli attuali soci di riferimento (oltre a Tronchetti, la Fidim della famiglia Rovati, la Gwm di Sigieri Diaz Della Vittoria Pallavicini, Intesa Sanpaolo, UniCredit e i russi di Rosneft) darebbero vita a una newco insieme al nuovo alleato per poi lanciare l’opa sul flottante e procedere al delisting.

Stando a quanto riporta il quotidiano, l’operazione non si tradurrà in un cambiamento degli equilibri manageriali, in quanto i nuovi soci vorrebbero l’attuale assetto dirigenziale guidato da da Marco Tronchetti Provera, il quale avrà piena autonomia gestionale per i prossimi cinque anni.

Il titolo sfiorando la soglia dei 15 euro con un balzo +4%. Alle 10.42, Pirelli sale +3,26% a quota 14,90 euro. Da segnalare i forti volumi scambiati alle ore 10 circa pari a 3,5 milioni di pezzi, contro i 30 milioni di media in un’intera seduta dell’ultimo mese.

La nuova Pirelli, precisa il Corriere, potrebbe anche procedere alla vendita delle attività relative ai veicoli industriali per concentrarsi sul segmento ‘premium’.