Piquadro, nell’esercizio 2009 crescono i ricavi

14 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il Consiglio di Amministrazione di Piquadro S.p.A., società attiva nell’ideazione, produzione e distribuzione di pelletteria professionale e da viaggio dal design innovativo e dall’alto contenuto tecnologico, ha approvato in data odierna il progetto di bilancio relativo all’esercizio 1 aprile 2009 – 31 marzo 2010 e il bilancio consolidato al 31 marzo 2010. Lo si legge in una nota. Il Bilancio consolidato, chiuso al 31 marzo 2010, ha registrato un u tile Netto consolidato è di 7,1 milioni pari al 13,6% dei ricavi di vendita. Il fatturato consolidato pari a 52,2 milioni di euro è in crescita dell’1% rispetto all’esercizio precedente (51,7 milioni di euro). Particolarmente positivo il risultato relativo al quarto trimestre fiscale compreso tra gennaio e marzo 2010 che ha evidenziato una crescita del 3,2%. Anche a livello reddituale, il Gruppo Piquadro ha raggiunto ottimi risultati con un EBITDA pari a 13,8 milioni di euro, contro i 14,4 milioni di euro registrati nell’esercizio chiuso al 31 marzo 2009. L’incidenza dell’EBITDA sui ricavi è risultata pari al 26,5%. L’ EBIT si è attestato a 11,8 milioni di euro pari a circa il 22,5% dei ricavi netti di vendita contro 12,5 milioni registrati al 31 marzo 2009. La Posizione Finanziaria Netta, al 31 marzo 2010, risulta negativa e pari a circa 5,3 milioni di euro, in miglioramento di circa 5,1 milioni di Euro rispetto all’anno precedente (negativa per 10,4 milioni di euro al 31 marzo 2009), e dimostra la grande capacità del Gruppo di generare cassa dopo aver pagato dividendi per 3,1 milioni di Euro ed aver effettuato investimenti per circa 1,6 milioni di Euro. Sulla base di questi ottimi risultati il Consiglio di Amministrazione di Piquadro S.p.A. proporrà alla prossima Assemblea ordinaria la distribuzione di un dividendo unitario pari a 0,080 Euro per azione, calcolato sulle azioni in circolazione alla data odierna (50.000.000 di azioni). L’ammontare complessivo del dividendo proposto è quindi pari a 4,0 milioni di Euro. Il dividendo sarà posto in pagamento a partire dal 29 luglio 2010 mediante stacco della cedola n. 3 in data 26 luglio 2010 I dati della raccolta ordini relativi ai primi mesi dell’esercizio che chiuderà al 31 marzo 2011, segnalano una certa ripresa del mercato anche se la generale situazione di instabilità ed il quadro di incertezza dovuto al protrarsi della crisi economica mondiale, soprattutto in alcune aree geografiche, non consente pienamente di valutare le dinamiche di ripresa e sviluppo. Il Gruppo è impegnato a sviluppare il brand sia attraverso la rete di negozi monomarca, DOS e Franchising, sia internazionalmente nelle aree strategiche del Far East dove la ripresa economica sta già facendo sentire i suoi primi effetti. Le aspettative per l’intero esercizio, che si chiuderà il 31 marzo 2011, sono legate alle dinamiche di ripresa che debolmente si stanno affacciando,anche se in maniera differenziata, nei vari mercati geografici in cui opera il Gruppo. La ripresa dei consumi in alcuni paesi esteri tra cui principalmente la Russia, nella quale la società opera tramite sette negozi in franchising, dovrebbe oltretutto aiutare le dinamiche estere di sviluppo. Sulla base delle attuali indicazioni provenienti dal mercato e dall’andamento delle attuali campagne di vendita, il management si attende comunque per la fine di marzo 2010 una crescita dimensionale del fatturato generato dal canale DOS per effetto principalmente di nuove aperture (incluse quelle aperte nel corso dell’esercizio precedente), ed un andamento migliorativo, rispetto all’anno precedente, delle dinamiche di vendita del wholesale anche in ragione di mere operazioni di ricostituzione degli stock da parte dei clienti multimarca. In un tale contesto, il management è costantemente orientato a monitorare eventuali dinamiche di ripresa ed a mantenere marginalità superiori alla media che possano permettere maggiori impegni in attività di ricerca e sviluppo e contemporaneamente di marketing che siano in grado di sviluppare ulteriormente l’awareness del marchio Piquadro in tutto il mondo. Marco Palmieri, Presidente e C.E.O. del Gruppo ha così commentato i risultati al 31 marzo 2010: “Siamo molto fieri dei risultati ottenuti proprio quest’anno in cui gli effetti della crisi finanziaria , soprattutto nella prima parte dell’esercizio, si sono sentiti a tutti i livelli. L’avere registrato ricavi di vendita in crescita, con un quarto trimestre fiscale molto buono soprattutto in termini di perfomance dei nostri negozi, indicatori di redditività sempre molto sostenuti e una situazione finanziaria nettamente migliorata, ci fa sentire fiduciosi per il futuro. Abbiamo continuato ad aprire negozi sia DOS che Franchising (n° totale aperti nell’esercizio 28) ed oltre un terzo nel ns. fatturato passa dai negozi a marchio Piquadro . Gli ottimi risultati ottenuti ci inducono a concentrarci sulla strategia di sviluppo precedentemente definita del Gruppo che si basa sul rafforzamento di Piquadro come brand internazionale e sullo sviluppo della distribuzione attraverso negozi monomarca sia DOS che franchising”.