Pil: Federconsumatori, di questo passo il Pil si azzererà

10 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – L’Istat continua, ancora una volta, a rincorrere i nostri dati e le nostre previsioni sull’andamento economico del Paese. È di oggi, infatti, la notizia del ridimensionamento della crescita del PIL allo 0,4%. “Si tratta di un dato, purtroppo, del tutto ovvio e scontato – dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti. In presenza della continua contrazione della capacità di acquisto delle famiglie, che sarà aggravata ulteriormente dalla Manovra economica del Governo, e dell’assenza di misure in grado di contrastare questo andamento, come potrebbe crescere il PIL?!?” Anzi, di questo passo noi prevediamo, per il 2010, un Prodotto Interno Lordo del tutto azzerato. La Manovra iniqua e depressiva approntata dal Governo, infatti, al posto di avviare una ripresa attraverso il rilancio della domanda di mercato e degli investimenti nei settori chiave dell’economia, determinerà un’ulteriore contrazione dei consumi di 8-9 miliardi di Euro, con una ricaduta di ben 533 Euro annui per ogni famiglia a reddito fisso. Per questo, rivendichiamo con determinazione misure veramente in grado di rilanciare la nostra economia, con una manovra, come quella da noi proposta da 52,7 miliardi, che dovrebbe pesare su evasori, banchieri, assicuratori e riciclatori, e non, come invece prevede quella attuale, sui redditi già duramente provati di pensionati e lavoratori.