PIAZZA AFFARI: TLX IN SOCCORSO DEGLI INVESTITORI

5 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Giornata di fermento al Trading Lab Exchange (Tlx) del Gruppo Unicredito, che e’ stato oggi autorizzato dalla Consob per trattare anche i titoli italiani in seguito ai problemi tecnici che hanno afflitto la Borsa di Milano.

“Rispetto alla media – afferma Giuseppe Mercadante, operatore del circuito Tlx, intervistato da Wall Street italia – i volumi sono in crescita. Alle 17:00 abbiamo registrato 992 operazioni per un controvalore di 10,5 milioni di euro. Le azioni più trattate sono state i telefonici, ma grande movimento lo hanno registrato anche Enel ed Eni, su cui sono intervenuti anche venditori esteri”.

Gli operatori che possono operare sul ‘mercato globale’ Tlx sono 21 tra banche e Sim. Gli scambi sono aperti ai titoli italiani e ai principali europei, ma anche ai Covered Warrant. Le azioni italiane trattate sono 37 e comprendono i titoli del Mib30, Aeroporti di Roma, Telecom Risparmio, Tim Risp, Parmalat e Hdp. Esclusi invece quelli del gruppo Unicredito Italiano, cioè Unicredit e Rolo 1473. Tra le europee vengono scambiate le azioni di maggiore peso come Deutsche Telekom e Nokia.

Con la riapertura alle 17:15 della Borsa di Milano sono state sospese le contrattazioni dei titoli e dei Covered Warrant italiani. Il blocco finirà alla chiusura di Piazza affari, oggi fissata alle 19:00. La sessione serale della Borsa si terra’ dalle 19:30 alle 20:30.