Piazza Affari, sprint finale con Europa

1 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Finale positivo per Piazza Affari dopo un breve sbandamento intorno a metà seduta. Il nostro mercato insieme alle altre borse europee trae così beneficio dal buon andamento di Wall Street in una giornata ricca di dati macroeconomici. I listini azionari hanno risentito oggi delle perdite dei finanziari, appesantiti da Hsbc dopo i conti e da Prudential sull’accordo per l’acquisizione degli asset asiatici di AIG. Sugli altri mercati, l’euro in calo nei confronti del biglietto verde, riesce a risalire sopra quota 1,35 dollari. In recupero anche il prezzo del petrolio porta sotto gli 80 usd/bar. Tra gli indici milanesi, il FTSE IT All-Share segna un progresso dell’1,19% a a 21.840,24 punti mentre il FTSE MIB sale dell’1,20% a 21.320,8 punti. Bene anche il FTSE IT Mid Cap che porta a casa un rialzo dell’1,46% a 23.779,89 punti e il FTSE IT Star che guadagna lo 0,44% a 10.940,97 punti. Dominano gli acquisti sul principale panierie, con Luxottica in fermento in attesa della diffusione dei conti. In marcia la Fiat che aspetta i numeri sulle immatricolazioni di febbraio pubblicate dal Ministero dei Trasporti. Tra i telefonici, tonica Telecom dopo che l’agenzia internazionale Fitch ha affermato che l’inchiesta in corso sulla controllata di Telecom Italia Sparkle, probabilmente non avrà alcun impatto significativo sui rating del gruppo telefonico. Recuperano le banche. Resta indietro solo Mediobanca. Tra gli editoriali, spicca il vantaggio di Mondadori che conferma la buona performance della giornata. Fuori dal principale paniere, Seat ha rimborsato volontariamente in via anticipata i 35 milioni della rata in scadenza a fine giugno 2010 del contratto di finanziamento senior con Royal Bank of Scotland. Sul completo giornata da dimenticare per Cell Therapeutics dopo che i revisori hanno manifestato perplessità in merito al ricorrere del presupposto della continuità aziendale.