Piazza Affari si mostra più convinta a metà seduta

5 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Piazza Affari continua con più convinzione al giro di boa allineandosi alle principali borse del Vecchio Continente. Gli investitori europei attendono con ansia che venga diffuso il dato sul tasso di disoccupazione americano foriero di importanti novità sullo stato di salute del settore. I riflettori poi rimangono puntati, inoltre, sull’incontro del primo ministro ellenico George Papandreou con il cancelliere tedesco Angela Merkel in corso in queste ore a Berlino. Sul mercato valutario, l’euro è ingessato nei confronti del biglietto verde. Il cambio EUR/USD scambia a 1,3581 USD. Ieri, è stato il giorno delle banche centrali con la BCE che ha confermato i tassi d’interesse all’1%, senza stupire gli analisti che avevano preannunciato questa mossa. Nulla di fatto anche per la la Bank of England. Il Monetary Policy Committee (MPC) ha deciso di lasciare invariati i tassi d’interesse allo 0,5% . L’indice FTSE IT All-Share continua la giornata in rialzo dello 0,69%, il FTSE MIB un progresso dello 0,78%. Il FTSE IT Mid Cap un incremento dello 0,54%. Il FTSE IT Star con un +0,12%. Procede con grande sprint Fiat. Le azioni del Lingotto Fiat fanno un balzo di oltre il 3%. A far scattare gli acquisti sul titolo i rumors che oggi valutano l’operazione di spin-off del settore auto, tra 3,5 e 5 miliardi di euro. L’argomento già in ballo da qualche giorno sembra essere stato preso in seria considerazione da parte degli investitori. Beneficia della buona giornata di Fiat, anche Exor la holding a monte del Lingotto. Tra i bancari, in bella mostra Intesa San Paolo. Guadagni anche per Unicredit che registra rialzi più contenuti ma degni di nota. A far scattare gli acquisti sui titoli degli istituti bancari la raccomandazione arrivata da Bank of America Merrill Lynch. Il broker ha riavviato la copertura sui due istituti con giudizio “buy”. Sul completo fa un balzo Toscana Finanza che scatta in avanti dopo il rialzo del prezzo dell’Opa da parte di Banca Ifis. Toscana Finanza vola di oltre il 18% a quota 1,45 euro, poco sotto gli 1,5 euro dell’Opa annunciata oggi da Banca Ifis, che di contro cede oltre il 5%. Continua a guadagnare Finmeccanica . Le azioni dell’azienda beneficiano dei conti annunciati ieri, a mercati chiusi, che hanno visto nel 2009 l’utile netto a 718 milioni in salita del 16% rispetto al 2008. Crescono anche i ricavi e gli ordini, mentre il dividendo è confermato a 41 centesimi. Il 2010 si annuncia come un anno positivo per Finmeccanica, che nei primi mesi del 2010 ha avuto ordini per 2,7 miliardi di euro. A renderlo noto il presidente e amministratore delegato della società Pier Francesco Guarguaglini durante la presentazione alla comunità economica dei risultati del 2009. Dalla parte delle acquisti anche Prysmian, che dopo un esordio, stamane, in fondo al listino ha recuperato alla grande. Si è concluso il collocamento del 16,8% di Prysmian detenuto da Goldman Sachs. Prysmian (Lux) II Sarl ha annunciato di aver completato in data odierna congiuntamente con Goldman Sachs International un’operazione di cessione delle proprie partecipazioni detenute in Prysmian Spa attraverso un’offerta rivolta ad investitori selezionati..